Mai buttare i gusci di gamberi e gamberetti perché valgono oro nell’orto grazie a questi geniali rimedi della nonna

Dopo una bella scorpacciata di crostacei, cosa ce ne facciamo di tutti i gusci? Sicuramente non li buttiamo nel cestino! Sono infatti un ottimo rimedio naturale per l’orto. Scopriamo perché.

Una miniera di nutrienti preziosi per le piante

Chi ha un orto è sempre alla ricerca di soluzioni economiche e naturali per concimare le piante e farle crescere più rigogliose. Sicuramente un’ottima idea è compostare rifiuti e scarti di cucina, trasformandoli in una risorsa preziosa. Ma non tutti sanno che nella compostiera non ci vanno solo bucce e avanzi di frutta e verdura: anche i gusci di gamberi e gamberetti sono un ottimo ingrediente. Contengono infatti alcuni nutrienti preziosi per l’orto.

Innanzitutto, i gusci dei crostacei sono ricchissimi di azoto, uno dei tre macroelementi indispensabili per gli ortaggi (insieme a fosforo e potassio). In secondo luogo, i gusci forniscono carbonato di calcio, una sostanza di cui le piante hanno bisogno per generare nuove cellule e tessuti e, in generale, per crescere più sane e forti. Insomma, gli avanzi dei crostacei sono sicuramente un’aggiunta interessante nella compostiera. Tuttavia, a molti sorge un dubbio: non è che si rischia di creare una puzza terribile? In effetti compostare i gusci dei gamberi potrebbe causare cattivi odori, ma si può rimediare facilmente con questo trucco della nonna.

Il segreto per compostare i gusci dei crostacei

I cattivi odori nella compostiera non sono soltanto fastidiosi. Possono anche attirare ratti, topi e altri animali indesiderati. Prima di compostare i gusci dei gamberi, crudi o cotti, dobbiamo dunque lavarli accuratamente. In alternativa, per essere completamente sicuri di eliminare gli odori sgradevoli, possiamo seguire questo procedimento:

  1. far bollire i gusci per circa 20 minuti;
  2. disporre i gusci bolliti su una teglia;
  3. far cuocere in forno a bassa temperatura;
  4. quando i gusci sono secchi, tirarli fuori dal forno;
  5. sbriciolare con l’aiuto di un pestello o con le mani;
  6. versare nella compostiera.

Ecco il procedimento per sfruttare i gusci dei crostacei come ottima aggiunta nel compost! Ma le proprietà di questi scarti di cucina non finiscono qui. Possono anche aiutarci a eliminare un fastidioso parassita.

Mai buttare i gusci di gamberi e gamberetti perché valgono oro nell’orto grazie a questi geniali rimedi della nonna

Fra i parassiti più temuti nell’orto ci sono i nematodi, piccoli vermi che attaccano i tessuti delle piante e causano gravi danni. Fortunatamente esistono dei rimedi naturali per combatterli, per esempio la calendula, una pianta dalle molteplici proprietà benefiche. Ma, come insegna la saggezza delle nonne, anche i gusci dei crostacei possono rivelarsi utili per prevenire gli attacchi di questi parassiti.

Il merito è della chitina contenuta nei gusci: questa sostanza aiuta a far crescere la popolazione di alcuni microrganismi che, a loro volta, attaccano i nematodi. Tutto ciò che bisogna fare è seccare i gusci come descritto in precedenza. Poi aggiungerli al suolo in cui abbiamo piantato gli ortaggi, ricoprirli di terra e innaffiare. Insomma, mai buttare i gusci di gamberi e altri crostacei, perché potrebbero addirittura aiutare contro i terribili nematodi!

Lettura consigliata

Pochi a giugno seminano questo ortaggio ricchissimo di potassio eppure potrebbe abbassare pressione e glicemia e regalare soddisfazioni senza sforzo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te