L’Agenzia delle Entrate pagherà subito in contanti alla posta o con bonifico a chi ha presentato questa dichiarazione 

La grandezza degli esseri umani è riuscire a trovare dalle esperienze negative aspetti positivi e farne tesoro. Così infatti, in seguito all’emergenza epidemiologica, nonostante i dolori e i disagi che ha creato, si è riscoperta l’importanza delle piccole cose. Inoltre sono stati creati e con il tempo potenziati tanti servizi online. Anche chi non era tanto avvezzo alla tecnologia, ha imparato ad utilizzare canali telematici per il lavoro nonché per tante attività ordinarie.

Tantissimi contribuenti hanno imparato a consultare i sevizi online resisi necessari durante la pandemia e ad apprezzarli per il risparmio di tempo ed energie. Le lunghe file agli sportelli sono state sostituite da prenotazioni online e appuntamenti ad orari precisi. Insomma tutto sta diventando sempre più telematico.

L’Agenzia delle Entrate proprio in virtù di queste nuove modalità messe in campo durante la pandemia ha reso potenziato i servizi rendendoli ancora più efficienti. Ovvero mira a migliorare l’assistenza ai cittadini accelerando l’erogazione di rimborsi e contributi a fondo perduto, per sopperire alle difficoltà che le famiglie stanno incontrando. In particolar modo a causa dell’aumento dei prezzi e del costo della vita.

L’Agenzia delle Entrate pagherà subito in contanti alla posta o con bonifico a chi ha presentato questa dichiarazione

In particolare con la circolare del 20 giugno n.21/E l’Agenzia delle Entrate illustra le modalità con cui intende perseguire il suo scopo. Ovvero mediante servizi di consulenza, prevenzione, contrasto all’evasione e contenzioso. In particolare l’Ente si prefissa servizi online più semplici e potenti in modo da ridurre progressivamente l’esigenza di recarsi presso gli uffici. È stata inoltre potenziata l’assistenza telefonica mentre i servizi erogati durante l’emergenza ovvero quelli erogati attraverso email/PEC, lasceranno spazio a video call e servizi online.

Inoltre si possono inviare agli uffici dell’Ente in maniera semplice e veloce istanze e documenti. Ma ciò che farà felici i contribuenti sono sicuramente i rimborsi più celeri. Pertanto sembra che l’Agenzia delle Entrate pagherà subito in contanti, con bonifico o alla posta i rimborsi che tanti attendono, come quelli del 730. Infatti come si legge nel comunicato stampa, è un servizio essenziale per l’Ente trattare tempestivamente le richieste di rimborsi e contributi a fondo perduto.

In tal modo, fornendo immediatamente liquidità potrà contribuire nello sviluppo economico del Paese. Inoltre sarà data particolare importanza ai rimborsi richiesti con la presentazione del modello 730. Pertanto chi ha inviato la dichiarazione entro il 31 maggio potrà avere subito l’assegno, il bonifico o il rimborso. Ciò sarà reso possibile limitando anche gli spostamenti fisici dei contribuenti e/o loro rappresentanti privilegiando i servizi telematici.

Come si accrediteranno i rimborsi

Inoltre sono in corso interlocuzioni col Ministero dell’Economia e delle Finanze per accelerare le procedure d’erogazione dei rimborsi delle imposte dirette. Ovvero, disponendo i pagamenti direttamente a valere sulla contabilità speciale intestata all’Agenzia delle Entrate, come avviene per l’IVA. Questo consentirà di accreditare i rimborsi direttamente sui conti correnti dei beneficiari entro pochi giorni dall’ordine di pagamento. Si potrà così giovare di una riduzione di almeno 30 giorni rispetto ai tempi ordinari. Anche i rimborsi IVA potranno essere più celeri. In particolare grazie alla possibilità per l’Ente d’interrogare i dati fattura integrati per ottenere la documentazione necessaria per la trattazione della pratica.

Approfondimento

Pochi sanno che l’Agenzia delle Entrate da luglio invierà ad eredi e vedove il rimborso di queste importanti spese

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te