L’Agenzia delle Entrate garantisce rimborsi di oltre 900 euro per 3 anni a questi contribuenti

Non sempre quando si presenta la dichiarazione dei redditi vien fuori un debito IRPEF da appianare tramite un versamento con il modello F24. Accade invece molto spesso che il contribuente abbia un credito al momento del conguaglio grazie alle detrazioni fiscali. Ciò significa che potrà ricevere il rimborso direttamente in busta paga o sul conto corrente dopo la presentazione del modello 730. I consulenti di Redazione ricordano pertanto che l’Agenzia delle Entrate garantisce rimborsi di oltre 900 euro per 3 anni a questi contribuenti che rientrano in specifiche categorie.

Non sempre si conosce in modo dettagliato quali sono le spese che si possono portare in detrazione quando si presenta la dichiarazione dei redditi al CAF o al commercialista. Non a caso la Redazione ha illustrato ai Lettori “Come ottenere la detrazione di 1.000 euro per il mantenimento del cane” . Del resto più i contribuenti sono a conoscenza delle voci di spesa scaricabili più si attivano per    poter fruire di facilitazioni fiscali.

Il riconoscimento dei rimborsi prevede tuttavia l’obbligo di effettuare le spese tramite modalità tracciabili di pagamento. Ed è proprio in presenza di pagamenti elettronici che l’Agenzia delle Entrate garantisce rimborsi di oltre 900 euro per 3 anni a questi contribuenti. Il vantaggio fiscale riguarda nello specifico i cittadini più giovani che lasciano la casa dei proprio genitori per trovare una soluzione abitativa diversa.

L’Agenzia delle Entrate garantisce rimborsi di oltre 900 euro per 3 anni a questi contribuenti

Per i ragazzi italiani che per età rientrano fra i 20 e i 30 anni esiste difatti la possibilità di beneficiare di importanti sgravi fiscali. Soprattutto attualmente i più giovani devono fronteggiare la difficoltà di trovare un impiego stabile con un contratto lavorativo regolare. E non sempre riescono a reperire le risorse economiche necessarie per trasferire la residenza altrove rispetto all’abitazione genitoriale. Se il reddito dei giovani che formulano richiesta di rimborsi IRPEF non supera i 15.494 euro si matura il diritto ad una detrazione pari a 992 euro. Per ottenere il riconoscimento di tale facilitazione fiscale occorre tuttavia esibire la documentazione relativa al pagamento del canone di locazione con strumenti tracciabili.

Consigliati per te