ISEE 2020: quali documenti servono per ottenerlo

ISEE 2020: quali documenti servono per ottenerlo? Si tratta di un documento necessario per la richiesta di numerose indennità e sussidi economici funzionali al reddito. Vediamo insieme quale documentazione il contribuente deve produrre per ottenere l’ISEE e richiedere i sussidi statali.

Perché è importante avere un ISEE aggiornato

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) serve ad attestare il livello di reddito del nucleo familiare e di tutti i suoi componenti. Molte delle agevolazioni e dei sussidi offerti dallo Stato in base alla fascia di reddito richiedono la presentazione del modello ISEE aggiornato. Molti dei bonus garantiti dallo Stato, il reddito di cittadinanza o gli sgravi sul pagamento di alcune tasse passano proprio dalla presentazione dell’ISEE. Ecco perché è importante presentarne uno puntualmente aggiornato se si vuole ottenere l’accesso alla richiesta di tali sussidi.

Per quanto riguarda l’ISEE 2020: quali documenti servono per ottenerlo? Facciamo un piccolo passo indietro e vediamo che per ottenere il modello ISEE, è fondamentale compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU). Quest’ultima rappresenta un quadro in cui compare la composizione del nucleo familiare, i redditi e i patrimoni posseduti. Da quest’anno è possibile procedere per via telematica seguendo le istruzioni indicate qui.

ISEE 2020: quali documenti servono per ottenerlo

Al fine di ottenere la certificazione sulla situazione economica la prima cosa da fare è predisporre la documentazione necessaria all’Inps. Nello specifico, si tratta di presentare i seguenti documenti per tutti componenti del nucleo familiare:

a) documento di identità e codice fiscale di ciascun componente del nucleo familiare;

b) stato di famiglia aggiornato;

c) certificazione dei redditi come la Certificazione Unica o CUD;

d) giacenza media dei depositi bancari e postali;

e) l’ultima dichiarazione dei redditi presentata;

f) saldo contabile dei depositi bancari e postali;

g) copia del contratto d’affitto e del più recente canone versato;

h) dati sul patrimonio mobiliare e immobiliare;

i) dati relativi a tutti i redditi percepiti da ciascun componente del nucleo familiare.

Una volta presentata la DSU, si potrà ottenere l’attestazione ISEE con l’indicatore necessario alla richiesta delle agevolazioni statali. Si ricorda che per il calcolo dell’ISEE 2020, i dati del patrimonio immobiliare e mobiliare fanno riferimento ai due anni precedenti.

Consigliati per te