Intervista a Maria Rosa Monaco, giornalista e conduttrice RAI, che sarà madrina del primo Annual Meeting di ProiezionidiBorsa

PdB: Attualmente vivi e lavori a Milano ma sei originaria del Cilento, nel Sud Italia. Posti bellissimi ma lontani dalla ribalta televisiva nazionale… Come hai cominciato?

MRM: Grazie ad alcuni stage, organizzati sia dall’Università in cui mi sono laureata, la Lumsa di Roma, sia dalla scuola di giornalismo successivamente frequentata, quella dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.  Ho avuto modo di conoscere diverse realtà del panorama televisivo nazionale, da Mediaset a Sky, alla RAI, dove mi sono subito sentita a casa. Da lì è cominciato un percorso professionale fatto di tanta gavetta e duro lavoro ma anche di bellissime opportunità che mi hanno portata fin qui.

PdB: ora lavori in un telegiornale ma i tuoi primi passi in RAI sono stati nelle trasmissioni…

MRM: È vero, ed è stato un notevole arricchimento professionale potersi misurare con diversi linguaggi televisivi, prima nella redazione de “I Fatti Vostri”, trasmissione del mattino di RAI 2, poi in quella della “Vita in diretta”, trasmissione del pomeriggio di RAI 1, dove ho potuto sperimentare il duro e affascinante lavoro dell’inviata sul campo, in giro per l’Italia sui fatti di cronaca del momento, sempre con la valigia pronta.

Maria Rosa Monaco

PdB: ora sei uno dei volti di punta della Tgr, la testata giornalistica regionale della RAI: conduci da 5 anni della trasmissione del mattino di RAI 3 Buongiorno Italia. Di cosa altro ti occupi?

MRM: Conduco anche l’edizione delle 19.35 del Tg RAI della Lombardia, oltre alla trasmissione Buongiorno Regione. Poi in una realtà movimentata e variegata come quella lombarda ci sono tante storie da raccontare in servizi e dirette, che impegnano sia me sia i miei colleghi anche per gli altri Telegiornali della RAI, come è avvenuto in particolare durante i durissimi primi mesi della pandemia. Allora i nostri reportage, da Milano e dalle altre località della regione, hanno riempito le scalette di tutti i Tg nazionali

PdB: Ricordiamo le tue dirette davanti all’ospedale Sacco di Milano

MRM: Sono rimasta in quella postazione quasi un mese. Era il marzo 2020. Difficile dimenticare il pesante senso di angoscia collettiva, il silenzio assoluto della città, rotto soltanto dalle sirene delle ambulanze.

Maria Rosa Monaco Ospedale Sacco

PdB: Passando a ricordi più leggeri, lo scorso giugno ti abbiamo vista, sempre su RAI 3, condurre l’edizione 2021 del Prix Italia, il concorso internazionale della Rai

MRM: è stata un’esperienza bellissima: un’edizione permeata dalla voglia di ripartenza. Milano è stata scelta per ospitare lo storico concorso della RAI proprio perché tra le città più colpite dal Covid ma animata da una grandissima voglia di ripartenza.  Da qui, per 5 giorni abbiamo trasmesso altrettante bellissime puntate in diretta, con ospiti internazionali, giovani talenti, ragazzi delle Università che hanno partecipato come giurati, oltre al saluto dei vertici RAI presenti all’evento.

PdB: se dovessi scegliere per il tuo futuro, Tg o trasmissioni?

MRM: L’ideale sarebbe potersi impegnare in entrambe le cose, come in realtà sto già facendo. Variare i propri orizzonti professionali arricchisce e permette di non annoiarsi mai. Anche gli eventi extra televisivi, come il vostro bel meeting del 4 dicembre, è un’occasione per mettersi in gioco, sperimentare nuovi linguaggi e aprirsi a diverse conoscenze.

Consigliati per te