In pensione con 10 anni di contributi: quando è possibile

In pensione con 10 anni di contributi: quando è possibile? Una domanda che qualcuno si è posto. Nel corso dell’ultimo trentennio il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme finalizzate principalmente:

-al controllo progressivo della spesa pubblica per le pensioni

-all’istituzione di un sistema di previdenza complementare che si affiancasse a quello pubblico

Crowfunding immobiliare: ROI operazione 11,25%, ROI ANNUO 9,00%! - Scopri di più »

Sono cambiati i sistemi di calcolo delle pensioni così come le pensioni stesse. I requisiti anagrafici, contributivi ed economici per accedervi. Il sistema pensioni è in continua evoluzione. Insomma, un vero rebus non semplice da risolvere. E’ possibile andare in pensione con solo 10 anni di contributi? Cerchiamo di rispondere a questa domanda.

In pensione con 10 anni di contributi: quando è possibile

La risposta è affermativa. Grazie alla pensione di vecchiaia contributiva, chi ha solo 10 anni di contributi può andare in pensione. Per accedere a questa misura sono richiesti solo 5 anni di contributi e 71 anni di età. Non è, invece, richiesto un importo minimo dell’assegno. Possono fare domanda i lavoratori soggetti al calcolo con il sistema contributivo. Non possono accedervi, infatti, tutti i lavoratori. O meglio, coloro che hanno iniziato a lavorare prima del 1996 non possono accedervi con solo 10 anni di contributi. Devono, infatti, aderire all’opzione contributiva Dini con un minimo di 15 anni di contributi.

Opzione contributiva Dini

I requisiti richiesti per accedere all’opzione contributiva Dini sono:

– l’aver maturato almeno 18 anni di contributi al 31/12/1995

– presentare almeno un contributo prima del 31/12/1995

– almeno 5 anni di contributi dopo il 1996

L’assegno pensionistico subirebbe comunque una penalizzazione. Il sistema contributivo è di certo meno conveniente di quello retributivo. Si basa, infatti, esclusivamente sul montante contributivo maturato dal pensionato.

Pensione d’inabilità e assegno d’invalidità

Con 10 anni di contributi è poi possibile ottenere la pensione d’inabilità e invalidità. Chi possiede una riduzione della capacità lavorativa e 10 anni di contributi può ottenere:

-la pensione di inabilità, se risulta un’inabilità totale e permanente allo svolgimento di qualsiasi attività lavorativa. E’ richiesto un minimo di 5 anni di contributi di cui 3 versati nell’ultimo quinquennio

-l’assegno d’invalidità, se la riduzione della capacità lavorativa è superiore ai 2/3 ed anche qui è richiesto un minimo di 5 anni di contributi di cui 3 versati nell’ultimo quinquennio

Pensione dei professionisti con 10 anni di contributi

Inoltre, quasi tutte le gestioni professionali dei liberi professionisti consentono di accedere ad un trattamento pensionistico con un minimo di 5 anni di contributi. Anche qui si utilizza il sistema contributivo basato sulla contribuzione versata e non quello reddituale.

Bridge Asset
Bridge Asset

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.