In arrivo un BTP con ricco premio fedeltà fino al 6%

A volte ritornano. È il caso del BTP Futura, dopo le due emissioni targate 2020, la prima a luglio scorso (scadenza 2030) e la seconda a novembre (8 anni di durata).

L’edizione 2021 si presenta però decisamente più ricca di novità rispetto alle due emissioni precedenti. Questione di buon cuore? Più semplicemente ci sono di mezzo ben 16 anni di investimento. Ed il MEF ha studiato il modo per garantirsi e ripagare la fedeltà dei risparmiatori della prima ora.

Entriamo nel vivo: in arrivo un BTP con ricco premio fedeltà fino al 6%.

La scheda sintetica

Nel documento di cui qui il link il MEF ha illustrato i punti chiave del collocamento della terza emissione del BTP Futura. Sintetizziamoli brevemente.

Da lunedì 19 aprile fino alle 13.00 di venerdì 23 aprile verrà collocato il BTP Futura, salvo chiusura anticipata al termine del 3° o 4° giorno. Avrà una durata di 16 anni e quindi la scadenza è prevista per il 2037.

Il collocamento sarà riservato solo al mercato retail, ossia i piccoli risparmiatori. Con le risorse raccolte il Governo andrà a sostenere le spese legate alla ripresa economica e quelle che rimandano alla campagna vaccinale.

Infine ricordiamo che non ci saranno commissioni sugli acquisti nei giorni del collocamento mentre sul rendimento la tassazione sarà pari al 12,50%.

Veniamo alla struttura cedolare del prossimo ghiotto BTP Futura

Il titolo sarà collocato alla pari (a 100) e avrà cedole nominali semestrali calcolate sulla base di tassi fissi predeterminati. Quest’ultimi saranno del tipo step-up, ossia crescenti nel tempo, su finestre temporali di quattro anni per volta. Gli aumenti ci saranno infatti al 5°, al 9° e al 13° anno e varranno per tutto il quadriennio di riferimento.

I tassi cedolari minimi garantiti saranno comunicati venerdì 16 aprile, mentre quelli definitivi saranno noti il 23, a collocamento chiuso.

I tassi definitivi non potranno essere inferiori a quelli minimi garantiti annunciati venerdì 16. Mentre potrebbero eventualmente essere rivisti a rialzo, tranne quelli che si riferiscono ai primi 4 anni.

Dunque, è in arrivo un BTP con ricco premio fedeltà fino al 6%

Sicuramente l’aspetto che potrà ingolosire il piccolo risparmiatore è legato al premio fedeltà. Per esso s’intende quel rendimento extra che il Tesoro riconoscerà solo a chi avrà comprato il BTP in fase di collocamento e lo terrà fino a naturale scadenza.

Considerata la particolare durata del bond, l’emittente ha pensato bene di corrispondere questo premio due volte. La prima, al termine dei primi otto anni di vita del BTP; la seconda avverrà invece a scadenza. Vediamo ora nel dettaglio come sarà strutturato questo doppio premio fedeltà.

Nel 2029 ci sarà il primo premio fedeltà e potrà variare tra un minimo dello 0,40% ed un massimo dell’1,20%. Tutto sarà in funzione dell’andamento del PIL nominale italiano nei primi 8 anni di vita del bond.

Il secondo premio fedeltà

Abbiamo detto che è in arrivo un BTP con ricco premio fedeltà fino al 6%.

Ora, alla naturale scadenza del bond, nel 2037, ci sarà la seconda tranche del premio fedeltà. Esso sarà composto da due parti distinte, e precisamente:

a) il “resto” del primo premio fedeltà, ossia la componente calcolata sempre in base alla media del tasso di crescita del PIL registrato nei primi 8 anni. In questo caso il premio minimo garantito sarà dello 0,60% fino ad un massimo dell’1,80%;

b) la seconda componente sarà invece calcolata secondo il tasso di crescita dell’economia italiana dal 9° al 16° anno. Su questa seconda componente il minimo garantito sarà pari all’1% mentre il massimo sarà del 3%.

Dunque, in arrivo un BTP con ricco premio fedeltà fino al 6%

Praticamente, portandoci al 2037 e tenendo a mente un risparmiatore della prima ora, il premio fedeltà complessivo sarà pari a:

a) tra l’1,00% e il 3,00% con riferimento all’andamento del PIL nominale tra il 1° e l’8° anno di vita del titolo. Tuttavia, l’incasso di questo premio fedeltà sarà scisso in due momenti (anni) differenti;

b) sempre tra l’1,00% e il 3,00% ma con riferimento all’andamento del PIL nominale nei secondi 8 anni di vita dell’obbligazione.

Quindi, nel più roseo degli scenari possibili il premio fedeltà complessivo potrebbe arrivare anche fino al 6%. Di base ci sarà invece quello sicuro del 2%. In tutti i casi, ripetiamo, il premio fedeltà avrà a riferimento solo chi compra in collocamento e terrà il titolo fino alla sua scadenza.

Ecco, conto alla rovescia: in arrivo un BTP con ricco premio fedeltà fino al 6%. Infine, nell’articolo di cui qui il link illustriamo un altro BTP, ma già emesso, questa vola con la cedola pari al 6%.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te