Il reddito di cittadinanza è un aiuto oppure uno spreco?

Gli indigenti aumentano alla velocità della luce con l’emergenza sanitaria e i continui blocchi alle attività produttive. Sempre più persone perdono il lavoro e di conseguenza si appendono alla speranza per sopravvivere.

ProiezionidiBorsa TV

In Italia, dal 2019 è stata introdotta una misura straordinaria per venire incontro alle persone in difficoltà. Ma il reddito di cittadinanza è un aiuto oppure uno spreco? Logicamente, se diamo voce alla politica c’è chi è favorevole e chi è contrario. A noi interessa approfondire più quanti italiani ne hanno usufruito e lo continuano a fare.

Il rapporto annuale

Gli esperti di ProiezionidiBorsa hanno dato uno sguardo al Rapporto annuale 2020. La Direzione generale per la lotta alla povertà e per la programmazione sociale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha fatto il resoconto al 30 giugno 2020. In effetti i beneficiari di reddito di cittadinanza sono 3,4 milioni di italiani.

Vuol dire che 1.430.000 nuclei familiari si reggono prendendo questo aiuto. Non navigano sicuramente nell’oro, visto che il 61,8% dei nuclei con reddito di cittadinanza oppure pensione di cittadinanza prendono un assegno mensile poco superiore a 400 euro. I cittadini del Sud sono la fetta maggiore dei beneficiari del reddito di cittadinanza.

I beneficiari

Nel primo anno di introduzione del beneficio, oltre 1 milione di nuclei familiari, pari a più di 2 milioni 700 mila individui, hanno ottenuto l’assegno. I percettori di pensione di cittadinanza sono l’11,4%. Strano ma vero, nel Nord e nel Centro si concentrano maggiori percettori rispetto al Sud.

Guardando l’intero anno solare, si può dire chiaramente, che la posizione delle famiglie dal punto di vista economico non ha subito modifiche. Infatti il 93,5% delle domande sono ancora in erogazione. La decadenza degli altri è dovuta alla decadenza della condizione economica del nucleo familiare.

Sia il reddito di cittadinanza che la pensione di cittadinanza viene riconosciuta per lo più alle donne. I richiedenti stranieri sono circa il 10%, prevalentemente di nazionalità Ue. Resta il dubbio se il reddito di cittadinanza sia un aiuto oppure uno spreco.

Consigliati per te