Il balzello silenzioso è pronto ad agire. Ma nessuno ne parla

Il balzello silenzioso è pronto ad agire. Ma nessuno ne parla. In questo mese oltre a Imu e Iva ci tocca pagare anche l’imposta di bollo sul deposito titoli. Nessuno ne parla, il balzello silenzioso è stato introdotto dal Governo Monti nel 2012 col Decreto “Salva Italia”. In origine si pagava lo 0,01% sugli investimenti in strumenti finanziari. Gradualmente la percentuale è salita allo 0,02% sul valore totale degli strumenti finanziari in possesso. Parliamo di titoli di Stato, azioni, obbligazioni, quote di fondi, Etf. Questa imposta di bollo vale 2 miliardi. Molti la definiscono una patrimoniale sui risparmi.

E’ giusto chiamarla patrimoniale?

Il prelievo forzoso dello 0,02% sul valore patrimoniale finanziario complessivo avviene in due tranche. Una a giugno dello 0,01% e l’altra a fine dicembre sempre della stessa percentuale. Ci sono anche dei casi in cui le banche applicano l’imposta di bollo sul deposito titoli annualmente o trimestralmente.

Il calcolo

Chi possiede Btp per 50mila euro deve allo Stato 100 euro in un anno. Il calcolo parte dalla data del 31 dicembre di ogni anno. In base poi alla scelta della banca questo balzello silenzioso viene pagato trimestralmente oppure semestralmente. L’imposta è calcolata sulle giacenze del deposito titoli. I possessori di titoli di stato, azioni, obbligazioni, quote di fondi, Etf non devono fare nulla. La banca agisce come sostituto d’imposta per l’Erario e preleva automaticamente quanto dovuto.

La furbata delle banche

Le banche scelgono di far pagare l’imposta di bollo in modo frazionato per un motivo ben preciso. I risparmiatori potrebbero vendere gli strumenti finanziari prima della scadenza fissata in modo da azzerare il deposito titoli. In questo modo si evita il salasso. L’escamotage non sempre conviene per via dei costi e commissioni di compravendita degli strumenti finanziari.

C’è anche chi non deve pagare l’imposta di bollo sui titoli

Quando il valore medio di giacenza su basse annuale è inferiore a 5mila euro non si deve pagare l’imposta di bollo sui titoli. Nessuno ne parla, il balzello silenzioso è pronto ad agire per fine mese.

Consigliati per te