I farmaci e le cure omeopatiche sono detraibili dal 730?

In un recente approfondimento, la Redazione di ProiezionidiBorsa si è occupata della detraibilità dei trattamenti termali. Abbiamo visto che anche questa tipologia di cure consente dei vantaggi fiscali per i contribuenti. In questo articolo, vogliamo occuparci di un altro approccio terapeutico molto diffuso, sebbene altrettanto discusso. Ci siamo chiesti: i farmaci e le cure omeopatiche sono detraibili dal 730? Secondo dati recenti, nel nostro Paese sono circa otto milioni le persone che scelgono l’omeopatia come forma di cura. Un numero sicuramente rilevante ai fini dell’impatto fiscale della possibile detrazione di queste spese.

Gli aspetti legislativi

Nell’Unione Europea, l’omeopatia segue i dettami della direttiva 2001/83/CE, che definisce le caratteristiche delle cure omeopatiche autorizzate. In particolare, l’articolo 14 della direttiva citata obbliga il produttore a dichiarare l’inefficacia del preparato a fini terapeutici. La normativa vieta anche la pubblicità di questa tipologia di cure, proprio per il mancato riconoscimento ufficiale della sua efficacia terapeutica. Senza addentrarci in aspetti tecnico scientifici, vogliamo comprendere se tali limitazioni possano ostacolare la detrazione di queste cure. Insomma, nonostante l’approccio comunitario, i farmaci e le cure omeopatiche sono detraibili dal 730?

I farmaci e le cure omeopatiche sono detraibili dal 730?

Se la direttiva europea esprime limiti ed indicazioni sul piano scientifico, dal punto di vista della fiscalità italiana, rileva il D.Lgs 219/2006. Questo provvedimento considera i farmaci omeopatici medicinali in tutto e per tutto. Compreso quindi il trattamento fiscale. Insomma, i farmaci e le cure omeopatiche sono detraibili dal 730, secondo l’attuale normativa. Va specificato che la detraibilità è l’unico beneficio previsto per gli utilizzatori di questi preparati. Il Servizio Sanitario Nazionale, infatti, non prevede alcuna vendita o somministrazione a proprio carico.

Le modalità di detrazione fiscale

Abbiamo capito che i farmaci e le cure omeopatiche sono detraibili dal 730. Vediamo quindi come fare per ottenere la detrazione prevista. Dal punto di vista fiscale i prodotti omeopatici sono considerati come gli altri farmaci. La detraibilità stabilita dalla normativa è, quindi, del 19% con una franchigia di 129,11 euro. I contribuenti dovranno quindi comunicare il proprio codice fiscale al momento del pagamento. In questo modo anche i costi sostenuti per le cure omeopatiche rientreranno nei calcoli dell’Agenzia delle Entrate. La relativa detrazione sarà quindi presente nel 730 precompilato che il Fisco mette a disposizione dei cittadini per la loro dichiarazione annuale.

Consigliati per te