Guidare da soli con il foglio rosa è possibile?

Prima di conseguire la patente, si passa per una fase intermedia che è quella caratterizzata dalla detenzione del foglio rosa. Esso si ottiene dopo che si è superata la prova teorica e prima di passare a quella di idoneità tecnica. Quindi, prima di affrontare quest’ultima, è possibile fare pratica avvalendosi del foglio rosa. Il possesso di esso, tuttavia, comporta delle limitazioni, in quanto è possibile guidare soltanto in determinate condizioni. In particolare, è possibile esercitarsi soltanto se accompagnati da un istruttore, che deve essere una persona di età non superiore a 65 anni. Inoltre, deve possedere una patente valida da almeno 10 anni, della stessa categoria di quella che si intende conseguire, oppure di categoria superiore.

Quindi, guidare da soli con il foglio rosa non è possibile, in quanto si deve essere accompagnati da un istruttore che vigili sulla guida ed intervenga in caso di necessità. Se si contravviene a siffatta norma, si va incontro ad una sanzione amministrativa che può arrivare fino a 1.734 euro. Inoltre, si rischia anche il fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi. Altra problematica che potrebbe ricorrere sarebbe che, in caso di incidente, l’assicurazione potrà rivalersi sull’assicurato qualora emergano gravi responsabilità o inadempienze relative alla guida. In tal caso, potrà chiedere il rimborso, totale o parziale, del danno liquidato.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Quali sono le altre sanzioni previste

Una volta risposto positivamente alla domanda: “guidare da soli con il foglio rosa è possibile?”, consideriamo un’altra ipotesi. Ebbene, se si guida senza foglio rosa ma avendo a fianco una persona munita di valida patente, si è soggetti, comunque, a sanzione amministrativa pecuniaria. Essa andrà da 431 a 1.734 euro. La stessa sanzione si applica alla persona che funge da istruttore, ai sensi dell’art. 122 comma 7 del C.D.S.. Ci sono, inoltre, delle sanzioni previste in caso di trasgressione alle norme riguardanti le esercitazioni. In particolare, ciò accade se esse vengono fatte, senza la presenza dell’istruttore, in luoghi non idonei.

E in tal caso può ricorrere una sanzione amministrativa pecuniaria che varia da 87 a 345 euro. In proposito, per luoghi non idonei deve intendersi quelli trafficati o destinati alla normale circolazione, in quanto le esercitazioni sono possibili soltanto in posti poco frequentati. A ciò aggiungasi che se si effettuano le esercitazioni senza esporre il cartello con la P, di principiante, la sanzione va da 87 a 345 euro.

Consigliati per te