Fino a 1.300 euro dall’INPS per questi studenti che fanno domanda entro ottobre

Per molti studenti l’anno scolastico è ormai cominciato e per altri ancora è alle porte e le spese per le famiglie sono sempre notevoli. Oltre alle borse di studio per corsi di lingue, l’INPS anche quest’anno premia gli studenti meritevoli con borse di studio superiori a 1.000 euro. Ovvero il bando Supermedia relativo ai risultati conseguiti nell’anno scolastico 2021-2022, per borse di studio per la frequenza di scuole di primo e secondo grado. Destinatari del bando sono i figli, gli orfani ed equiparati di:

  • iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • pensionati utenti della Gestione dipendenti pubblici;
  • dipendenti del Gruppo Poste Italiane, dipendenti ex IPOST sottoposti alla trattenuta mensile dello 0,40% ex art.3 L. 208/52 e pensionati già dipendenti ex IPOST;
  • iscritti alla Gestione assistenza magistrale.

Indice dei contenuti

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

A quanto ammontano le borse di studio e requisiti

In particolare l’INPS eroga borse di studio pari a 750, 800 e fino a 1.300 euro. Quelle di 750 euro per l’ultimo anno delle scuole medie con l’ottenimento del titolo, quelle di 800 euro per i primi 4 anni delle superiori. Nonché per corsi di formazione professionale di durata non inferiore a 6 mesi. Mentre le borse di studio di 1.300 euro sono per l’ultimo anno delle superiori con il conseguimento del relativo titolo di studio. Per quanto riguarda le borse di studio per il conseguimento del titolo relativo al ciclo scolastico della scuola secondaria di primo grado nell’anno 2021/2022 occorre:

  • la promozione nell’anno 2021/22 e il relativo titolo di studio con votazione pari o superiore a 8/10. Mentre per gli studenti portatori di handicap questa è ridotta a 6/10;
  • non essere indietro con la carriera scolastica per più di un anno;
  • non aver fruito per il medesimo anno di altre analoghe provvidenze erogate dall’Istituto o altri Enti.

Gli stessi requisiti sono richiesti per l’ammissione alle borse di studio per la promozione alle classi successive nella scuola secondaria di secondo grado nell’anno 2021/22. Infine per le borse di studio per il conseguimento del titolo relativo all’anno scolastico delle scuole superiori nell’anno 2021/22 occorre:

  • la promozione nell’anno scolastico 2021 e aver conseguito il titolo con una votazione pari o superiore a 80/100. Mentre per i portatori di handicap la votazione minima richiesta è di 60/100;
  • non essere in ritardo nella carriera scolastica;
  • non aver conseguito borse di studio o altre provvidenze analoghe erogate dall’INPS o da altri Enti.

Fino a 1.300 euro dall’INPS per questi studenti che fanno domanda entro ottobre

Per partecipare al concorso gli interessati dovranno trasmettere la domanda a partire dal 19 settembre ed entro e non oltre il 12 ottobre 2022. La domanda dovrà essere presentata dal richiedente esclusivamente online nella sezione dedicata al bando. Una volta giunti nell’area dedicata dovrà inserirsi il codice fiscale e SPID, CIE o CNS e visualizzare il modulo da compilare. Inoltre il richiedente la prestazione, prima dell’inoltro della domanda dovrà richiedere la certificazione ISEE 2022. Il richiedente potrà richiedere la DSU per la determinazione dell’ISEE ordinaria o minorenni in caso di genitori non coniugati o non conviventi. Dopo l’invio della domanda l’INPS invierà una ricevuta di conferma all’indirizzo mail indicato nell’istanza. La domanda inviata sarà visualizzabile all’interno della propria area riservata. Grazie a tale concorso pertanto potranno arrivare per questi fortunati studenti fino a 1.300 euro dall’INPS.

Lettura consigliata

Da agosto l’INPS paga 500 euro alle famiglie che faranno questa domanda

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te