Ecco in che modo chi paga regolarmente le tasse può ottenere premi e agevolazioni statali

Nell’ambito della riforma fiscale, il Governo ha pensato bene di stravolgere radicalmente l’approccio con il contribuente. Il tutto in un’ottica collaborativa che sembra più efficace e proficua rispetto ai “bagni di sangue” del passato.

Sì, perchè nella nuova visione l’esattore finirebbe di essere l’inquisitore che è sempre stato. Diventerebbe, invece, un’entità di supporto al cittadino che paga le tasse. Da qui, un vero e proprio patto fiscale, che è alla base della riforma presentata alle Commissioni Finanze di Camera e Senato. Quindi, ecco come chi paga regolarmente le tasse può ottenere premi e agevolazioni statali!

Ecco in che modo chi paga regolarmente le tasse può ottenere premi e agevolazioni statali

Il patto fiscale di Draghi

L’obiettivo della riforma fiscale promossa da Draghi, sarebbe quella di cambiare il rapporto Fisco-contribuente. In che modo, ci chiederemo? Con molto stupore apprendiamo che l’intento è di indurre il contribuente a pagare perchè gli conviene!

Sì, perchè dal versamento delle tasse otterrebbe come corrispettivo beni e servizi pubblici. Il tutto sulla base di un reciproco impegno Stato-cittadino. Questo verrebbe suggellato dai benefici che il primo garantirebbe al secondo, allorquando questi paghi regolarmente le tasse.

Una vera rivoluzione

Insomma, una riforma che, se realizzata, rappresenterebbe una vera rivoluzione. Infatti, il vantaggio per il contribuente si sconterebbe in termini pratici.

Si pensi, ad esempio, ad un taglio delle tempistiche per i rimborsi fiscali e per gli accertamenti, o a finestre più brevi per i controlli.

Inoltre, nella proposta è contenuta anche un’opzione di modifica delle sanzioni. Queste ultime, cioè, non dovrebbero scattare per i versamenti non fatti per errore o per grave carenza di liquidità. Ne deriverebbe, dunque, anche una riforma radicale sulle modalità di riscossione.

In definitiva, da queste novità traiamo tutti un sospiro di sollievo. Ciò in quanto c’è la speranza che, effettivamente, sopraggiungano riforme che cambino veramente qualcosa.

Approfondimento

Come sarà la riforma fiscale di Draghi?

Consigliati per te