Ecco cosa studiare per prepararsi al concorso scuola 2022 e come si svolgeranno le prove

C’era tempo fino allo scorso 16 giugno per presentare la domanda di partecipazione al concorso scuola 2022. Uno dei tanti concorsi che prevede un’ampia partecipazione di tutti coloro che ambiscono a diventare insegnanti. Le immissioni in ruolo dei docenti vincitori del concorso, infatti, sono uno dei momenti più attesi in questo particolare settore. E con l’attuale bando si mettono a disposizione 14.420 posti comuni nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Questo concorso, in ogni caso, era rivolto solo al personale docente che ha maturato almeno 3 anni di sevizio. Ma ecco cosa studiare per prepararsi al concorso ed affrontarlo al meglio.

Le prove

I bandi per il comparto istruzione sono molteplici, ma quello cui ci riferiamo oggi è quello relativo al concorso straordinario bis per la scuola secondaria. Il concorso prevede l’immissione in ruolo per le scuole medie e superiori ed è articolato per classi di concorso. Ogni candidato può partecipare per una sola classe di concorso ed in una sola Regione. È prevista una sola prova, quella orale che consiste in un colloquio di 30 minuti. Nello stesso gli esaminatori procederanno anche alla valutazione della lingua inglese. Per la lingua è prevista valutazione di capacità di comprensione e conversazione. Escluse solo le classi di concorso A24, A25 e B02 per la lingua straniera che svolgeranno tutto il colloquio  nella lingua che dovranno insegnare.

Per l’individuazione della traccia la commissione predispone tracce per un numero pari a 3 volte quello dei candidati per quella sessione. Sarà lo stesso candidato, poi, ad estrarre la traccia su cui improntare il proprio esame orale. Traccia che in nessun modo potrà essere utilizzata per altri candidati.

Ecco cosa studiare per prepararsi al concorso scuola 2022 e come si svolgeranno le prove

Ma cosa bisogna studiare per arrivare preparati alla prova del concorso scuola? Gli argomenti su cui bisogna arrivare preparati sono quelli elencati nel programma dell’allegato A del Decreto 108 del 2022. In ogni caso la prova orale ha lo scopo di accertare le conoscenze del candidato valutando le discipline.

Per ogni classe di concorso, quindi, sono previsti programmi di studio diversi che si focalizzano proprio sulle discipline che si andranno ad insegnare. E sono, quindi, profondamente diversi da disciplina a disciplina. E consigliabile, in ogni caso, approfondire bene lo studio della lingua inglese visto che parte del colloquio sarà proprio in questa lingua. È richiesto livello B2.

La prova orale, in ogni caso, si svolgerà nella Regione su cui ricade la responsabilità concorsuale. Come sarà valutata? Non esiste un punteggio minimo per il superamento del concorso, ma le commissioni avranno a disposizione 150 punti. 100 punti sono per la prova orale e 50, invece, per la valutazione dei titoli. Avrà precedenza, ovviamente, chi ottiene il punteggio più alto.

Lettura consigliata

Con stipendio medio pensione nettamente più alta per chi ha iniziato a lavorare prima dei 30 anni

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te