È incredibile quanto la caffeina fa alzare i valori della pressione arteriosa e quanti caffè può bere chi soffre di ipertensione

Conviene controllare con una certa frequenza i valori della pressione, soprattutto quando si superano i 40 anni di età. E in particolare occorre tenere a bada quella sistolica, ovvero la pressione massima che il sangue raggiunge per circolare nell’organismo. Meglio dunque informarsi per sapere “Quanto deve essere alta la pressione minima e massima e come abbassare i valori in 5 minuti”. Altrettanto importante è l’acquisizione di alcune abitudini quotidiane che richiedono lo svolgimento di attività motoria e la cura della dieta alimentare. Attenzione dunque anche alle bevande e in particolare a caffè, thè, alcolici, superalcolici e vino che provocano la dilatazione dei vasi sanguigni. Del resto, è incredibile quanto la caffeina fa alzare i valori della pressione arteriosa e quanti caffè può bere chi soffre di ipertensione.

Le bevande da evitare

Di sicuro è più semplice rinunciare a consumare bevande alcoliche ogni giorno e concedersi un bicchiere di birra o di liquore dolce o secco nel fine settimana. Preme sottolineare comunque che piccole dosi di vino durante i pasti principali possono avere una funzione protettiva sulla salute del miocardio e dei vasi sanguigni. Si registra invece un aumento della pressione in chi eccede nel consumo di alcolici e assume quantità eccessive di etanolo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

La dose quotidiana di etanolo non dovrebbe essere superiore ai 30 grammi che corrispondono ad esempio a 700ml di birra o 250 ml di vino. Anche l’assunzione di sostanza eccitanti richiede molta moderazione da parte di chi tende ad avere crisi ipertensive. D’altronde è incredibile quanto la caffeina fa alzare i valori della pressione arteriosa e quanti caffè può bere chi soffre di ipertensione.

È incredibile quanto la caffeina fa alzare i valori della pressione arteriosa e quanti caffè può bere chi soffre di ipertensione

Non si sono pareri unanimi sull’incidenza che la caffeina ha nel provocare un innalzamento del livello della pressione arteriosa. Secondo i parametri stabiliti dalle linee guida ESC/ESH è alta la pressione che presenta valori superiori a 140/90 mmHg. Insieme al thè, agli alcolici e ai superalcolici, il caffè o qualunque sostanza che contiene caffeina dilata i vasi sanguigni e potrebbe far aumentare la pressione.

La pressione si alza a causa della caffeina e gli effetti della bevanda eccitante si protraggono per circa 30 minuti provocando un aumento di 5/10 punti. Non in tutti i soggetti il consumo di caffè provoca un innalzamento dei valori per cui conviene aspettare mezz’ora per misurare la pressione. Se si riscontrano almeno 5 o 10 punti in più sui consueti livelli pressori allora conviene limitare l’assunzione di caffeina a 2 caffè al giorno.

Approfondimento

Ecco i formaggi che può mangiare chi soffre di colite o pressione alta e quali cibi evitare

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te