È il periodo delle seppie fresche da fare in padella o al forno ottime in dieta

seppie

Zucca e melone alla sua stagione, si usa dire. Ovvero, a sottolineare perché è importante mangiare cibi di stagione. Anche perché stiamo attenti, magari, a comprare cibi che fanno dimagrire e sgonfiare. E certi prodotti freschi sembrano fatti al caso nostro.

Con un occhio alla spesa settimanale di 50 euro, che è il budget di tante famiglie. Poi sappiamo che gli alimenti sono utili per il benessere psicofisico e di fegato, cervello, reni, prostata, gambe. Saper scegliere bene, insomma, aiuta il portafoglio e la nostra salute.

La seppia è un pesce perfetto per chi è a dieta

C’è un pesce che si compra poco, ma è una fonte di vitamine e proteine e costa 5 volte meno dei più pregiati. Non solo. Ad esempio, tra settembre e dicembre è il periodo delle seppie fresche ottime per la dieta ed ecco come cucinarle. Infatti, le seppie sono un pesce povero di colesterolo e ipocaloriche. Quindi, sono particolarmente indicate per diete a basso contenuto calorico. In 100 g di seppie, infatti, ingeriamo 72 calorie.

Ed, essendo anche ricche di proteine di valore biologico alto, danno anche energia. Con una avvertenza. Se abbiamo problemi di gastrite o digestivi, meglio mangiarle piccole o medie, evitando di cuocerle troppo a lungo. E senza eccedere nella quantità.

Non solo coi piselli, ma ecco come cuocere questo particolare pesce

Di solito, il classico piatto è quello delle seppie coi piselli. Che va sempre bene. Però, si può pensare anche a qualche alternativa. Ad esempio, in padella con il vino bianco potrebbe essere una valida soluzione. Leggera e veloce. Dobbiamo tagliare a listine le nostre seppie già pulite e separate dai tentacoli.

Nella padella, versiamo olio e aglio, che andremo a levare quando imbiondito. A questo punto, uniamo le seppie e cuociamo per pochi minuti a fuoco alto. A questo punto, versiamo 70 ml di vino bianco e 20 g di pangrattato. Eventualmente, possiamo insaporire con un poco di peperoncino rosso. Mescoliamo bene per altri 2 minuti e serviamo.

È il periodo delle seppie fresche da fare in padella o al forno ottime in dieta

Quanto alle seppie al forno, invece, ecco una ricetta facile. Prendiamo delle seppie e puliamole con attenzione. Meglio ancora sarebbe farlo fare dal nostro pescivendolo. A parte, uniamo del pangrattato (50 g ogni 250 g di seppie), con prezzemolo, timo, aglio tritato, scorza di un limone, sale e pepe.

Dovremo immergere le nostre seppie nel succo di un limone e poi passarle nel pangrattato mischiato al resto. Mettiamole in una teglia ricoperta di carta da forno e cuociamole a 180 gradi fino a che non diventano dorate (circa 15 o 20 minuti). Serviamo ben calde.

Lettura consigliata

Ci sono dei buoni motivi, non banali, per cui non si dovrebbe comprare il pesce di lunedì e questi sono i consigli per trovarlo sempre fresco anche al supermercato

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te