Da Avellino a Firenze, da Cremona a Torino, arrivano nuovi posti di lavoro pubblici anche senza diploma

bando

Sintetizziamo, di seguito, alcuni dei più importanti bandi pubblici indetti da Enti territoriali e apparsi sulla G.U. n. 88 dell’8 novembre.

L’interessante piano assunzioni previsto dal Comune di Avellino

In Campania, il Comune di Avellino è alla ricerca di 39 profili da assumere a tempo pieno e indeterminato.

Le professionalità interessate riguardano le seguenti figure:

13 operai specializzati di categoria B1, ossia:

  • 2 muratori;
  • 1 elettricista;
  • 1 fabbro/falegname;
  • 6 giardinieri;
  • 2 vivaisti/giardinieri;
  • 1 operaio generico.

L’ammissione alle selezioni prevede (per questi come per i profili successivi) anzitutto il pieno possesso dei requisiti generici validi per il pubblico impiego.

Quanto al titolo di studio, si accede con licenza media e attestato di qualifica professionale biennale oppure con attestato di licenza media e almeno 2 anni di esperienza lavorativa in uno dei profili del concorso. O ancora un titolo assorbente dei titoli di cui sopra, cioè il diploma di qualifica professionale triennale o il diploma di 2° grado, professionale o tecnico. Infine, si richiede il possesso della patente di guida cat. B.

11 istruttori di cat. C1, di cui:

  • 7 tecnici (con diploma di geometra e iscrizione al relativo Collegio);
  • 4 amministrativi.

A quest’ultimi si richiede il diploma di laurea di vecchio o nuovo ordinamento in Economia, Giurisprudenza, Scienze Politiche o equipollenti.

Le altre delle 39 figure richieste dal Comune di Avellino

  • 1 funzionario tecnico esperto in beni culturali locali di cat. D1 in possesso del DL (vecchio o nuovo ordinamento) in Beni Culturali o equipollente;
  • 9 funzionari di cat. D1, di cui 5 tecnici (Ingegneri e Architetti iscritti ai relativi Albi professionali) e 4 amministrativi, tutti con diploma di laurea. Nello specifico, DL (vecchio/nuovo ordinamento) in Ingegneria ed Architettura nel 1° caso, in Economia, Giurisprudenza, Scienze Politiche o equipollenti nel 2°;
  • 1 istruttore di cat. C1 riservato ai soggetti disabili di cui alla Legge 68/1999;
  • mobilità volontaria esterna di 2 posti di istruttori di cat. C1, di cui 1 amministrativo e 1 tecnico;
  • mobilità volontaria esterna di 2 posti di istruttore di vigilanza, cat. C1.

Per tutti i profili i termini di candidatura sono fissati per il 23 novembre e si rimanda ai singoli bandi per tutti i dettagli del caso.

Da Avellino a Firenze, da Cremona a Torino, arrivano nuovi contratti di lavoro

La procedura di selezione dell’Università di Firenze, invece, riguarda 62 posti di ricercatore a tempo determinato per diversi Dipartimenti. Troviamo Architettura (7 posti), quello di Chimica (6 posti) e di Scienze Giuridiche (2 posti), Lettere e Filosofia (2 posti), Ingegneria Civile (5 posti). I termini di candidatura sono per il 23 novembre.

Infine, segnaliamo le selezioni della CCIAA Torino e Comune di Cremona.

L’Ente camerale torinese ricerca 10 assistenti servizi amministrativi e anagrafici (cat. C). Le assunzioni sono a tempo indeterminato, pieno e parziale 75%, con 3 posti riservati ai volontari delle FF.AA. Per candidarsi c’è tempo fino all’8 dicembre.

Stessi termini anche al bando del Comune di Cremona per 11 funzionari delle politiche sociali, cat. D1, con 2 posti riservati ai volontari militari. L’assunzione è a tempo determinato (36 mesi), di cui 10 unità a tempo pieno (36/36) e una a tempo determinato (18/36). Si richiede il DL di vecchio o nuovo ordinamento in Giurisprudenza, Economia, Scienze Politiche, Psicologia, Sociologia e affini o equipollenti/equiparati.

Dunque, da Avellino a Firenze, da Cremona a Torino, arrivano nuovi posti nel pubblico impiego.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te