Cosa vuol dire quando il cane vomita

Spesso succede che il nostro cane vomiti, così, all’improvviso. Prima di farsi prendere dal panico, è bene sapere che si tratta di un evento piuttosto comune. E in genere non si tratta di niente di grave. Vediamo insieme cosa vuol dire quando il cane vomita.

Le cause

Ecco i motivi più diffusi che possono provocare il vomito nel cane:

a) ha mangiato troppo velocemente;

b) ha ingerito qualcosa di non commestibile;

c) ha svolto esercizio fisico troppo intenso appena dopo mangiato;

d) ha mangiato tanto;

e) soffre il mal d’auto o il mal di mare (caso che quindi è circoscrivibile ad una determinata situazione);

f) ha i vermi.

Queste, sono in genere le motivazioni più diffuse. Ciò però non significa, che il vomito non sia la spia di qualche malattia più grave come insufficienza renale, patologie a carico di pancreas e fegato, cimurro,  gastrite, allergie alimentari, avvelenamento, occlusione intestinale, e addirittura un tumore.

I parametri da controllare

Prima di giungere a conclusioni affrettate, fare attenzione a fattori quali:

  • la frequenza con cui si ripetono gli episodi
  • colore e consistenza del vomito

Soprattutto quest’ultima, non è sicuramente una cosa molto piacevole da fare, ma è importante per capire che tipo di problema può affliggere il nostro amico a 4 zampe, e se è il caso di rivolgersi immediatamente al veterinario.

Cosa vuol dire quando il cane vomita: i casi più gravi

Se il vomito del cane è marrone e ha un odore sgradevole, simile alle feci, siamo in presenza di una ostruzione intestinale: l’eventuale corpo estraneo non riesce ad essere espulso e quindi ritorna su verso lo stomaco.

Il vomito che presenta tracce di sangue è invece spia di avvelenamento e disturbi gastrointestinali, come ad esempio un’ulcera.

Quando il cane vomita acqua può avere problemi a carico del pancreas o del fegato.
In questi 3 casi è necessario interpellare al più presto possibile il veterinario. 

Quando non c’è da preoccuparsi

Ci sono poi delle condizioni piuttosto frequenti che non devono destare particolare ansia. È il caso del vomito bianco che, senza altri sintomi particolari, segnala un eccesso di cibo o l’assunzione di qualche filo d’erba.

Abbastanza diffuso anche il caso del cane che vomita giallo. Il problema di fondo è di tipo alimentare: un’allergia, una dieta non adeguata, un periodo di digiuno troppo lungo ….

Come detto, in questi casi non c’è da preoccuparsi troppo. Ma se gli episodi fossero piuttosto frequenti e si dovessero presentare a breve distanza l’uno dall’altro, allora è il caso di approfondire la questione dal veterinario.

Consigliati per te