Cosa si rischia a fare da garante?

Chi intenda fare da garante deve informarsi relativamente a cosa rischia nel caso in cui assume l’onere della fideiussione. Occorre capire come tutelarsi dai rischi più frequenti e cosa significa realmente fare da garante per un prestito, quali i requisiti richiesti. Ed inoltre, conviene chiedersi se il potenziale fideiussore può, a sua volta e in caso di necessità, richiedere un mutuo o un finanziamento. O ancora, può un pensionato fare da garante e chiedere agli istituti bancari che di valutare il proprio merito creditizio?

Chi è il garante. Quali i requisiti richiesti

Il garante coincide con in soggetto che si assume un impegno nei riguardi di un creditore. Tale impegno consiste nell’assicurare al creditore determinate garanzie relative alla solvibilità del debito. In altri termine, nel caso in cui il beneficiario del prestito o del mutuo non possa più pagare le rate, interverrà prontamente in sua vece il garante.

A tutela dei creditore intervengono gli istituti bancari che verificano il merito creditizio del fideiussore. Si mettono in atto accertamenti sulla situazione finanziaria del garante per assicurarsi la presenza di condizioni reddituali affidabili e costanti atti ad assolvere eventuali pagamenti. Benché i requisiti richiesti per ricoprire il ruolo di garante mutano da banca a banca, ciò che in primis si valuta è il suo reddito.

Cosa si rischia a fare da garante

Prima di apporre la propria firma e assumersi un impegno che potrebbe rivelarsi economicamente gravoso torna utile sapere cosa si rischia a fare da garante. Ciò perché vi sono risvolti civilistici e legali che conviene conoscere prima di ritrovarsi nella spiacevole condizione di dover pagare debiti altrui.

L’articolo 1936 del codice civile individua il fideiussore in “colui che , obbligandosi personalmente verso il creditore, garantisce l’adempimento di un’obbligazione altrui. La fideiussione è efficace anche se il debitore non  ne ha conoscenza”. Il che equivale a dire che, in caso di inadempienza da parte del debitore, sarà il garante ad assumersi la piena responsabilità del debito.

Una volta divenuto fideiussore, il soggetto che funge da garante assume anche l’identità del debitore. Il rischio che corre il garante coincide con l’obbligo di onorare il debito di cui è fideiussore. Il creditore potrà pertanto pretendere il pagamento dei debiti dal garante e, in caso di necessità, eroderne il patrimonio anche tramite pignoramenti.

Consigliati per te