Come scegliere le scarpe da corsa giuste per noi

Come abbiamo già detto, correre è un’arte. Non basta un po’ di buona volontà e qualche chilometro davanti a noi, serve di più. Ogni fattore, seppur minimo, può essere determinante a rendere la corsa un’esperienza davvero allenante.

Uno di questi fattori è la scarpa che si sceglie. Le scarpe da corsa sono un oggetto davvero molto personale. La scarpa giusta varia da persona a persona, secondo caratteristiche fisiche e conformazione del piede. Tuttavia, ci sono delle regole più o meno universali che è bene tenere a mente prima di acquistarla. Vediamo allora come scegliere le scarpe da corsa giusta per noi.

Come scegliere le scarpe da corsa giuste per noi: le 8 categorie

I podisti lo sanno: esistono 8 categorie diverse di scarpe da corsa. Ognuna ha un peso differente e, soprattutto, ognuna è pensata per un tipo diverso di prestazione. Le categorie vanno dalla A0 alla A7. Vediamo di seguito le caratteristiche di ognuna.

Le scarpe dei runner esperti

Le A0, anche dette minimaliste, sono scarpe leggerissime, che pesano tra i 250 e i 350 grammi. Sono pensate per chi si allena ripetendo distanze brevi a velocità sostenuta. Sebbene al piede possano sembrare comode, se usate per distanze più lunghe sono deleterie, visto che non hanno alcun sostegno per la gamba.

Lo stesso vale per le superleggere A1, che pesano poco più e sono sempre consigliate a corridori esperti. Le A2, invece, dette anche intermedie, sono più ammortizzate, ma ancora rivolte a runner esperti e che non superino un certo peso.

Scarpe più strutturate

Le A3, dette anche neutre, cominciano ad essere scarpe più strutturate. Pesano intorno ai 400 grammi e sono ben più ammortizzate delle precedenti, quindi più adatte al corridore medio. Ottime per chi pesa fino agli 80 chili e predilige una corse leggera, senza cronometro alla mano.

Per chi pesa più di 80 chili e non ha un perfetto controllo della corsa, ci sono le A4, o stabili, scarpe molto strutturate, che limitano la pronazione del piede.

Le A5, sostanziale evoluzione delle precedenti, hanno lo scopo principale di proteggere il piede di chi corre. Sono adatte per corridori poco esperti, che non badano affatto alla prestazione.

Dal super-principiante all’atleta

La A6 è la classica scarpa da jogging molto ammortizzata e comoda, adatta a chi va a correre una volta ogni tanto. Ma certamente sconsigliata per chi vuole allenarsi con continuità.

Finiamo con la A7, o chiodata. Si tratta di una scarpa senza alcuna ammortizzazione e con dei chiodi sulla suola per migliorare l’attrito. È pensata solo per chi fa gare, astenersi runner della domenica.

Consigliati per te