Come scegliere la moto perfetta per iniziare ad imparare a guidare in sicurezza e senza rischiare nulla 

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

In questo articolo analizzeremo come scegliere la moto perfetta per iniziare ad imparare a guidare in sicurezza e senza rischiare nulla. Iniziare a guidare la moto è il sogno di molti ma non è sempre semplice.

Scegliere una moto che sia facilmente gestibile e facile da guidare può essere, infatti, impresa ardua. Iniziamo, allora, subito a capire come scegliere la moto perfetta per iniziare ad imparare a guidare in sicurezza e senza rischiare nulla.

Perché è importante scegliere bene una prima moto

Iniziamo con il dire che scegliere la moto giusta per iniziare può essere una scelta di vita o di morte. Molti neofiti, infatti, tendono a sopravvalutare le proprie capacità e a comprare delle moto ben al di là delle proprie capacità.

Un neopatentato non dovrebbe mai comprare una moto da corsa e andare alla ricerca di forti emozioni. Controllare una moto a 60 chilometri orari  è un conto, a 150 un altro.

Inoltre, chiunque pensi che l’autocontrollo, e non spingere sull’acceleratore, basti, è in errore. Moto potenti tendono ad avere un’accelerazione molto forte che possono stupire un neofita nel momento sbagliato e avere degli effetti ben più che problematici.

Come scegliere la moto

Sono due i fattori principali da tenere in conto. Il primo fattore da guardare è la cilindrata. Anche se si ha la patente A3 è sempre meglio non andare oltre una 500 di cilindrata.

Questo discorso è anche strettamente collegato alla tipologia della moto. Nel caso si tratti di una moto da corsa, carenata, è sempre meglio scegliere moto ancora meno potenti. La potenza del motore può variare, infatti, considerevolmente, anche a parità di cilindrata, come anche la coppia del motore.

Un secondo fattore a cui stare attenti è l’altezza della sella della moto. Persone oltre il metro e ottanta incontreranno senz’altro delle problematiche a gestire una moto “bassa”. Stessa cosa vale al contrario.

Allo stesso tempo per quanto invece riguarda il modello della moto è meglio sceglierne una che non abbia le pedane troppo vicine al terreno. Queste moto, infatti, sono più difficili da controllare e potrebbero dar luogo a non pochi problemi in curva.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te