Come raccogliere le foglie di aloe in poche e semplici mosse

In alcuni precedenti articoli apparsi sulle pagine di ProiezionidiBorsa si era trattato della cura della pianta di aloe vera. Se interessati si consiglia di consultare questo articolo.

Come molti ben sanno i benefici che può apportare il succo di aloe sono molto consistenti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Questo sia per quanto riguarda il benessere umano che come concime naturale per le piante.

Infatti, il gel raccolto dalle foglie può anche trasformarsi in un vero e proprio fertilizzante, ottimo per rendere sane e rigogliose le altre piante.

Imparare a raccogliere correttamente il succo di aloe è importante per ottenerne il gel ma mantenere in salute la pianta. Come raccogliere le foglie di aloe in poche e semplici mosse.

Cosa sapere sulla pianta di aloe vera

Ci sono alcune informazioni che è bene conoscere prima di procedere. Ecco come raccogliere le foglie di aloe in poche e semplici mosse.

Innanzitutto, la pianta di aloe comincia a produrre gel dopo aver raggiunto una certa maturazione.

Molti esperti ritengono che sarebbe preferibile aspettare un paio di anni prima di incidere le foglie.

Si tratta di una pianta che necessita di poche cure ma che è caratterizzata da un crescita molto lenta. Per questo motivo non bisognerà commettere l’errore di raccogliere troppa aloe.

Per il taglio si consiglia di utilizzare un coltello dotato di lama molto affilata e disinfettato per evitare di rovinare la pianta.

Concentrarsi sulle giovani foglie centrali e lasciare perdere quelle troppo grandi e carnose.

Come procedere

Una volta terminata la raccolta sarà necessario capire come procedere. Infatti, il semplice fatto di avere ottenuto una foglia sana non servirà a molto se non si sarà in grado di sfruttarla al meglio.

Sarà necessario prendere un contenitore nel quale si dovrà fare sgocciolare tutto il gel contenuto all’interno della foglia.

In seguito, lavare le foglia, stenderla sul tavolo ed eliminare, utilizzando un coltello affilato, i lembi seghettati.

Tagliare la pelle a filetti, come si farebbe con il pesce, rimuovendola su tutti i lati fino a quando non si vedrà la densa polpa bianca.

Servendosi di un cucchiaio procedere a raccogliere il gel più denso facendo attenzione a non rimuovere la linfa.

Alla fine dell’operazione, poi, bisognerà chiudere il contenitore e riporlo in frigorifero dove si conserverà per circa una settimana.

Nel caso in cui si voglia facilitarne la conservazione si consiglia di aggiungere qualche goccia di acido citrico.

Prima di utilizzare questi prodotti a base di aloe, però, bisogna fare attenzione alle varie controindicazioni. Infatti, si tratta di un gel che ha effetto lassativo e dovrebbe essere eliminato in caso di gravidanza o allattamento.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te