Come ottenere sconti sul rifornimento di carburante con la Legge 104

I consulenti del nostro team spiegheranno come ottenere sconti sul rifornimento di carburante con la Legge 104. Si tratta di uno dei tanti benefici e agevolazioni cui hanno diritto sia i portatori di handicap che i familiari che se ne prendono cura. Nel precedente articolo abbiamo segnalato come ottenere “Fino a 100 euro al giorno di assegno INPS per chi assiste invalidi e anziani con la Legge 104”. Chi soffre di una patologia invalidante può infatti assentarsi dal lavoro per svariate ragioni ragioni inerenti alle necessità della minorazione fisica e/o psichica. Il permesso lavorativo con retribuzione spetta anche al parente che garantisce cure e supporto materiale al soggetto con handicap.

Il contribuente che ottiene dall’INPS il riconoscimento della Legge 104 matura anche il diritto ad una serie di facilitazioni di natura fiscale. Può infatti acquistare auto e modificarle secondo le peculiari esigenze relative al proprio grado di inabilità e avvalersi di sgravi fiscali.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Le facilitazioni fiscali riguardano anche il pagamento del bollo auto e di un eventuale passaggio di proprietà. Il disabile ha inoltre diritto ad una riduzione dei costi di gasolio e benzina. Insieme ai nostri consulenti capiremo dunque a chi rivolgersi e come ottenere sconti sul rifornimento di carburante con la Legge 104. In tal modo sarà possibile tagliare anche le spese relative ai consumi che gravano soprattutto sui portatori di handicap che non possono muoversi a piedi.

Come ottenere sconti sul rifornimento di carburante con la Legge 104

Dal febbraio 2020 il disabile che deve effettuare il rifornimento di carburante ha diritto ad uno sconto. La riduzione del costo del pieno di gasolio o benzina varia a seconda del prezzo di vendita e coincide con quello del self-service, Ciò perché si considera la difficoltà o l’impossibilità di deambulare del disabile che giunge ai distributori di carburante.

Nello specifico, le riduzioni di spesa spettano ai disabili con evidenti e gravi compromissioni dell’apparato motorio che ricevono assistenza dai rifornitori. Sono più di 400 i gestori di stazioni di servizio che assicurano assistenza e sconti durante il rifornimento. Non vi alcuna domanda o modulo da presentare per ottenere la riduzione di prezzo perché basta recarsi presso un rifornitore di gasolio. Conviene tuttavia consultare sul sito ufficiale dell’Unione petrolifera l’elenco dei gestori che hanno aderito all’iniziativa e presso cui recarsi.

Consigliati per te