Come moltiplicare le nostre rose e altri fiori usando cipolle, patate e altri cibi che abbiamo in casa

Chi si diletta nel giardinaggio lo sa, ma questo è un hobby che può rivelarsi anche piuttosto dispendioso. Una delle spese maggiori è rappresentata soprattutto dalle piante, che, se le compriamo in vaso, possono anche costare decine di euro.

Forse a volte, però, ci dimentichiamo di tutti gli altri metodi che abbiamo a disposizione per arredare casa e giardino con delle nuove piantine. Innanzitutto, i semi possono darci una grossa mano perché costano molto meno, dobbiamo, però, essere in grado di farli crescere in una fase delicata.

Invece, un buon compromesso accessibile anche ai giardinieri più inesperti è quello della talea. Con questo termine si indica la pratica di utilizzare una parte di una pianta per farla radicare così che se ne sviluppi una nuova. In questo caso, però, dobbiamo rispettare i loro tempi e le loro necessità.

Come moltiplicare le nostre rose e altri fiori usando cipolle, patate e altri cibi che abbiamo in casa

Non tutte le piante possono riprodursi per talea, ma la rosa è certamente una di queste. Quindi, utilizziamo delle cesoie pulite per tagliare un piccolo ramo. Se questo è verde, possiamo piantarlo tra giugno e luglio, se invece è già grigio e duro, allora dovremo aspettare novembre e dicembre. Nel caso della rosa possiamo addirittura utilizzare una foglia prelevata dalla pianta madre, nonostante questo abbia meno possibilità di successo. Quindi, pratichiamo delle incisioni con un taglierino lungo le nervature, poi copriamola con poca terra.

Tra gli altri trucchi che prevedono lo sviluppo della talea ci sono l’utilizzo delle bottiglie tagliate a metà e utilizzate come cupola sulla pianta per concentrare l’umidità.

Dopo i primi 60 giorni circa cominceremo a notare i nuovi germogli e solo successivamente metteremo la pianta a dimora abbandonando il vaso. Infine, possiamo utilizzare alcune verdure e persino altre piante per favorire la crescita delle gemme e delle radici. Pare, infatti, che sia efficace tagliare a metà una cipolla, una patata o una barbabietola e infilarci delicatamente la punta del ramo tagliato. Poi, inseriamolo nel vaso e compriamolo per fare umidità. Sarebbe possibile ottenere la stessa cosa anche infilando il gambo in un pezzo di foglia di aloe vera.

Infine, quando stiamo iniziando il processo, ricordiamoci di tagliare le foglie e soprattutto il fiore.

Quindi, ecco come moltiplicare le rose utilizzando la loro straordinaria capacità di crescita. Ora per concludere l’opera non ci resta che ricorrere a delle spugne per rendere le nostre piantine più rigogliose e fiorite.

Lettura consigliata

Controlliamo subito che questa pianta mortale non si nasconda nel nostro giardino perché potrebbe essere una minaccia per bambini e animali

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te