Come avere l’esenzione ticket per disoccupazione nel 2021

Esistono diverse ragioni che consentono di non pagare il ticket sanitario. Chi è disoccupato paga il ticket ad esempio? La risposta è affermativa in alcuni casi e di seguito ci occuperemo di conoscere le modalità di assegnazione di tale esenzione e le condizioni che la rendono applicabile.

Chi ha diritto all’esenzione

Il ticket sanitario rappresenta un contributo che il cittadino versa a sostegno della spesa sanitaria pubblica. Esso ha visto la sua introduzione grazie al D.L. n. 382/1989 e relativa Legge di conversione n. 8/1990. Successivamente, la Legge n. 537/1993 ha introdotto in maniera organica il regime delle esenzioni dal pagamento del ticket.  Tale pagamento subentra nella misura in cui l’interessato fruisca di prestazioni presso strutture ospedaliere pubbliche o convenzionate oppure per l’acquisto di farmaci.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Attualmente, il pagamento del ticket si estende ai seguenti servizi: prestazioni di tipo specialistico come visite mediche o esami di laboratorio ospedalieri; alcune prestazioni di pronto soccorso; acquisto di farmaci e cure di tipo termale. Per quanto concerne le tariffe del ticket sanitario, queste seguono nella generalità dei casi un tariffario nazionale. Tuttavia, è facoltà delle Regioni applicare dei proprio nomenclatori tariffari che possono variare. Esistono molti casi in cui il cittadino riceve l’esonero al pagamento del ticket che interessano requisiti di tipo sanitario o reddituale. All’interno della rosa dei possibili beneficiari di esenzione, vi possono rientrare anche i disoccupati. Ebbene, come avere l’esenzione ticket per disoccupazione nel 2021?

Quali sono i requisiti per ottenere l’esenzione ticket per disoccupazione

L’esenzione ticket per disoccupazione rientra all’interno della categoria di esenzioni per reddito. Questo significa che non tutti i casi di disoccupazione prevedono l’esenzione del ticket sanitario. Infatti, al rilascio del beneficio devono concorrere alcune condizioni reddituali specifiche. Relativamente allo stato di disoccupazione, il codice esenzione che si attribuisce al richiedente è il codice E02. Come avere l’esenzione ticket per disoccupazione nel 2021 dunque? I disoccupati che possono ottenere tale forma di agevolazione economica sono quelli che presentano un reddito non superiore a 8.263,31 euro. Il tetto di reddito sale a 11.362,05 euro nel caso in cui vi sia anche il coniuge a carico del disoccupato. Inoltre, qualora vi fossero anche dei figli a carico, il tetto di reddito aumenta di 516,46 euro per ciascun figlio a carico.

Quando si parla di nucleo familiare, in questi casi, si deve sempre tener conto del nucleo fiscale e non di quello anagrafico. Per quanto concerne la presentazione della richiesta, è sempre bene informarsi sulle regole specifiche che prevede la propria regione di appartenenza. In generale, possiamo dire che l’interessato dovrà presentare un’autocertificazione E02 presso la propria ASL di residenza. Con tale autocertificazione dichiara il proprio stato di disoccupazione e di possedere i requisiti per l’agevolazione. Nel caso di variazione di reddito, è utile comunicare tempestivamente alla propria ASL la perdita dei requisiti per il codice di esenzione E02. Ecco come avere l’esenzione ticket per disoccupazione nel 2021.

Approfondimento

A quale età non si paga più il ticket sanitario

Consigliati per te