Cashback e rimborso automatico del pedaggio autostradale in caso di ritardi, anche senza Telepass, semplicemente scaricando questa applicazione gratuita

I ritardi e le file possono essere davvero frustranti e creare grossi disagi ai conducenti dei veicoli. In particolare, quando la strada percorsa sia soggetta ad un pedaggio. La pensa così anche l’Autorità Antitrust che nel marzo del 2021 ha sanzionato Autostrade per l’Italia proprio per questo motivo. L’Autorità ha applicato una multa di 5 milioni ad Autostrade. Questo proprio perché in molti tratti autostradali si riscontravano forti problematiche di viabilità con gravi ritardi e disagi per i conducenti dei veicoli.

Autostrade a fronte di questi ritardi e disagi non riconosceva alcuna riduzione del pedaggio. L’Autorità Antitrust, invece, chiedeva proprio che, in caso di ritardi e disagi, ai conducenti dei veicoli Autostrade attribuisse delle agevolazioni o rimborsi. Le riduzioni rilevanti delle corsie di scorrimento dei veicoli, la limitazione della velocità e i cantieri stradali avevano allungato molto i tempi di percorrenza di alcuni tratti autostradali. Questo aveva causato danni sia agli automobilisti che anche agli autotrasportatori.

Ecco come funziona il rimborso automatico

Proprio negli scorsi mesi, Autostrade si è adeguata alla decisione dell’Antitrust. Per farlo ha previsto il cashback e rimborso automatico del pedaggio autostradale in caso di ritardi semplicemente scaricando un’applicazione gratuita. Si tratta di “Free to X”. È sufficiente registrare la propria targa e si può ottenere il rimborso del pedaggio automaticamente. Si parte da un minimo di 10 minuti di ritardo e si arriva fino al 100% del pedaggio rimborsabile.

Il rimborso è disponibile sia per i privati, che per le partita IVA fino alle aziende. È ottenibile a prescindere dalle modalità di pagamento. Quindi è possibile ottenerlo sia pagando con la carta che con i contanti oppure, ancora, con il Telepass. Se il conducente del veicolo paga con carta o contanti farà, comunque, tutto in automatico l’applicazione. Non bisognerà, cioè, per ogni tratta autostradale e per ogni, eventuale, ritardo fare domanda di rimborso. La restituzione del pedaggio avverrà in automatico. Anche se si consiglia di conservare la ricevuta di pagamento del casello almeno per 48 ore.

Cashback e rimborso automatico del pedaggio autostradale in caso di ritardi, anche senza Telepass, semplicemente scaricando questa applicazione gratuita

Il rimborso viene riconosciuto da Autostrade in caso di cantieri che rallentano il traffico e creano ritardi e disagi ai conducenti dei veicoli. Non si ha, invece, diritto al rimborso quando i cantieri servono ad interventi di sicurezza urgenti. Tra questi rientrano, ad esempio, gli incidenti. Non si ha diritto al cashback nemmeno in caso di traffico intenso indipendente da cantieri, incidenti, meteo avverso, manifestazioni. In sostanza, si ha diritto al rimborso solo in caso di ritardi provocati da cantieri per lavori.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te