Bonus per chi assume giovani under 35: novità dall’Inps

L’Inps chiarisce quali sono i vantaggi fiscali per le aziende che implementano il proprio organico con giovani di età inferiore ai 35 anni. Oggi le aziende che assumono giovani leve possono godere si molteplici vantaggi. Se da una parte il giovane è, spesso, portatore di innovazione e spirito di iniziativa, dall’altro potrebbe essere anche portatore di bonus per l’azienda. Vediamo di spiegarci meglio.

I nuovi chiarimenti dall’Inps sui nuovi contratti e le agevolazioni

La ricerca di un impiego e di stabilità economica sono alcuni degli obiettivi principali per i giovani che fanno il loro ingresso nel mondo del lavoro. Sul bonus per chi assume giovani under 35: novità dall’Inps con la circolare n.57 del 28 aprile 2020. Nella circolare si spiega dettagliatamente quali sono le modalità di fruizione dell’incentivo fiscale a seguito delle modifiche apportate alla legge 205/2017. L’obiettivo della manovra mira ad aumentare le assunzioni di giovani nelle aziende e a concedere ai datori di lavoro vantaggi fiscali sul nuovo impiego concesso.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Quali vantaggi fiscali per le aziende che assumono under 35

Bonus per chi assume giovani under 35: novità dall’Inps. La misura coinvolge i giovani che non abbiano ancora compiuto il 35° anno di età che vengono assunti con contratto di lavoro dipendente, a tempo pieno o part-time, indeterminato. La qualifica sarà quella di operai, impiegati o quadri. Per i primi tre anni di impiego le aziende ricevono uno sgravio contributivo riguardo i costi dell’assunzione. Una riduzione del 50% dei contributi dovuti dal datore entro il limite di 3 mila euro annui. La condizione è che il giovane assunto non abbia mai avuto contratti a tempo indeterminato con lo stesso datore e non abbia raggiunto il 35° anno di età.

Lo sgravio per i datori sale al 100% per 36 mesi sempre se i giovani hanno svolto, nei sei mesi precedenti, un apprendistato presso l’azienda. Il bonus si mostra vantaggioso per entrambe le parti e potrebbe offrire a molti giovani grandi opportunità di impiego.

Consigliati per te