Basterà un cucchiaio di aceto e di bicarbonato per capire se abbiamo il terreno giusto e di qualità per seminare e coltivare le patate o i pomodori, la lavanda o le fragole

Molti di noi in queste giornate primaverili si stanno dilettando con l’orto o il giardino. Alcune volte capita, però, di non raggiungere i risultati sperati e di avere crescite poco rigogliose o virgulti che stentano a svilupparsi. Non sempre possiamo definirci pollici neri perché il problema non sta nelle nostre cure. La difficoltà a volte è alla radice nel vero senso della parola. Quando infatti l’irrigazione e l’esposizione al sole sono adeguate e non riscontriamo la presenza di parassiti, il responsabile della scarsa crescita potrebbe essere il terreno. In questo articolo scopriremo come capire se abbiamo un terreno od un terriccio argilloso, acido o alcalino con degli efficacissimi test casalinghi.

Basterà un cucchiaio di aceto e di bicarbonato per capire se abbiamo il terreno giusto e di qualità per seminare e coltivare le patate o i pomodori, la lavanda o le fragole

Il terreno, se argilloso, tende ad essere molto compatto e presenta dei pro e dei contro. È un terriccio fertile e ricco di sali minerali ma proprio per la sua densità non fa penetrare con facilità acqua e aria. Occorre quindi aggiungervi del letame oppure del compost per renderlo più leggero e soffice. Per capire se un terreno sia argilloso potremmo fare una rapidissima prova manuale. Ci basterà infatti, prendere fra le mani una manciata di terriccio umido e provare a comprimerlo formandone una palla. Quando apriremo le mani se osserviamo che la palla ha mantenuto la forma il terriccio è argilloso. Non dovremo assolutamente piantarci le patate perché questo terriccio ne soffocherebbe la crescita. Prediligeremo colture come fave o la cicoria.

Test per scoprire se il terriccio sia alcalino

Il terreno inoltre può essere acido, alcalino o neutro a seconda del pH. Per scoprire se il nostro terreno sia alcalino c’è un metodo semplicissimo. Potremmo mettere in un bicchiere un cucchiaino di terriccio con due cucchiai di aceto. Mescoliamo e osserviamo. Se vediamo delle bollicine o avvertiamo un gorgoglio leggero di queste ultime, il terreno è alcalino. Questa reazione si spiega per l’incontro fra l’aceto che è acido e il terreno che è alcalino: la differenza di pH provoca il rumore delle bollicine.

La lavanda, ad esempio, è perfetta per i terreni alcalini e argillosi.

Test per capire se un terreno sia acido

I terreni acidi sono impiegati, molto spesso, per realizzare orti e giardini. Le fragole, i pomodori e tutte le acidofile prediligono un substrato acido. Per scoprire se il terreno sia acido potremmo fare questo rapido test. Mettiamo in un bicchiere un cucchiaino di terriccio e due cucchiai di bicarbonato di sodio. Se l’impasto diviene fangoso e avvertiamo il rumore di bollicine il terreno sarà acido.

Questi test non ci indicano il pH esatto del terreno ma possono fornirci una valida indicazione anche se con buon grado di approssimazione.

Basterà un cucchiaio di aceto e di bicarbonato per effettuare questi facili test.

Lettura consigliata

Sembra un’orchidea ma non lo è, questa pianta resistente alle alte temperature regala fiori a ge tto continuo e va piantata da metà aprile

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te