Attenzione, usare queste emoji ci farà passare per dei vecchi bacucchi

È da ormai qualche anno che grazie al proliferare degli smartphone siamo andati incontro a una vera e propria rivoluzione del modo di comunicare. Il nostro utilizzo di questi dispositivi quasi onnipotenti e sicuramente onnipresenti nelle nostre vite ha influito pesantemente sull’evoluzione delle tecniche di comunicazione. Grazie agli smartphone e ai servizi di messaggistica istantanea abbiamo quasi del tutto abbandonato metodi ormai obsoleti come le lettere cartacee. Oggetti che ad ora utilizziamo solo in occasioni formali o ufficiali.

Una emoticon da vecchio

Proprio attraverso i servizi di messaggistica istantanea, come ad esempio WhatsApp, abbiamo potuto vedere la nascita di un nuovo metodo per esprimere pensieri ed emozioni: gli emoticons. Ormai chiunque infatti, riempie i propri messaggi e le proprie conversazioni con le faccine, al posto di usare fiumi di parole. D’altronde sono facili da utilizzare, veloci e rendono bene il significato di ciò che si cerca di esprimere.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Queste però, se in un primo momento venivano usate solo dai giovani, oggi, sono state adottate anche da adulti e pure dai più anziani. Gli utenti di una certa età, si è poi scoperto, prediligono particolarmente alcune emoji che ormai vengono considerate da vecchio. Prima fra tutte, quella che ride a crepapelle o ancora quella che si rotola dal ridere. Ecco allora che dobbiamo fare attenzione, perché usare queste emoji ci farà passare per dei vecchi bacucchi.

Le giuste alternative

Possiamo però disintossicarci dalle faccine da “boomer” e al posto di queste utilizzarne altre per esprimere lo stesso significato in modo fresco e giovanile. Ad esempio possiamo usare l’emoticon del teschio, che sta a significare “sto morendo dalle risate” o ancora meglio alcuni acronimi. Se infatti vogliamo dire che qualcosa ci ha fatto particolarmente ridere sarà meglio scrivere “lol”, che in italiano significa “un sacco di risate”.

Dunque nonostante dobbiamo fare attenzione, perché usare queste emoji ci farà passare per dei vecchi bacucchi abbiamo visto che esistono delle semplici alternative.

Approfondimento

Le nuove emoji 2020 tra animali estinti e transgender

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te