Attenzione quando carichiamo la lavastoviglie perché alcuni contenitori di plastica non sopportano le alte temperature

Anche se si sta cercando di eliminare il più possibile la plastica, alcuni alimenti sono ancora confezionati così. Parliamo di gelato, verdura come le carote che si trovano nella vaschetta. Ma anche alcuni tipi di carne. Quindi per evitare di buttarli subito via e inquinare, cerchiamo di utilizzarli il più possibile. Soprattutto i contenitori con coperchio che diventano subito perfetti per la nostra dispensa. O per surgelare alimenti senza dover usare i sacchetti gelo. Poi una volta utilizzati vanno ovviamente puliti.

Attenzione quando carichiamo la lavastoviglie perché alcuni contenitori di plastica non sopportano le alte temperature

Avendo la lavastoviglie senza pensarci troppo li infiliamo e avviamo il programma. Ma sarà capitato a tutti di ritrovarsi qualche vaschetta deformata. Ormai da buttare e che non possiamo riutilizzare. Questo succede perché alcuni tipi di plastica non sopportano le alte temperature. E in generale quando utilizziamo la lavastoviglie i lavaggi sono almeno a 50° gradi. Altrimenti rischiamo di ritrovarci piatti e pentole ancora con residui di cibo. Quindi come fare a capire quali contenitori si possono lavare in lavastoviglie?

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Attenzione al simbolo riportato sulla vaschetta

Quella che generalmente chiamiamo plastica è più un composto di materie plastiche. E grazie al simbolo che per legge deve essere impresso possiamo riconoscerle facilmente. Il simbolo è quel triangolino fatto con le frecce con una sigla e un numeretto. Escludendo il PVC che non è di uso alimentare, in generale quasi tutte le plastiche sopportano i 100° gradi. Tutte tranne una. E per riconoscerla basta controllare la sigla. Stiamo parlando del PET. La plastica di cui sono fatte in genere le bottiglie. Il PET non riesce a sopportare temperature più alte di 45/50° gradi. Quindi per evitare che si squagli e deformi, evitiamo di metterlo in lavastoviglie! Lavando questi contenitori a mano potremo utilizzarli quante volte vogliamo!

Quindi, attenzione quando carichiamo la lavastoviglie perché alcuni contenitori di plastica non sopportano le alte temperature. Un modo veloce per capire se un contenitore è di PET è controllare lo spessore. Se la vaschetta risulta leggera e poco spessa, di solito si tratta di PET. Ma controlliamo sempre il simbolo per sicurezza!

Approfondimento

Come caricare la lavastoviglie per avere sempre piatti e bicchieri splendenti.

Consigliati per te