Anticipo TFS, è possibile scegliere una banca diversa dall’elenco?

I pensionati statali possono accedere all’anticipo TFS (trattamento di fine servizio) per un tetto massimo di 45mila euro. L’anticipo TFS è un vero e proprio finanziamento, che attraverso la certificazione del TFS rilasciata dall’INPS, è possibile fare domanda attraverso le banche.

Le banche per poter concedere il finanziamento agevolato, con garanzia dello Stato, hanno aderito all’accordo quadro. All’atto della certificazione bisogna scegliere la banca a cui si chiede il finanziamento. Ma per l’anticipo TFS, è possibile scegliere una banca diversa dall’elenco?

OFFERTA SPECIALE - POCHI PEZZI DISPONIBILI
One Power Zoom: i veri occhiali con lenti autoregolabili - Due al prezzo di uno

CLICCA QUI

Elenco degli istituti aderenti per accedere all’anticipo

L’anticipo TFS o TFR è regolato dal DPCM 51/2020, e si tratta di un finanziamento che prevede la garanzia pubblica associata ad un accordo quadro con tassi agevolati. L’elenco delle banche che attualmente hanno aderito è il seguente:

a) Banca Adria Colli Euganei – Adria (RO);

b) Cassa Centrale Banca – Trento (TN);

c) Banca di Credito Cooperativo dei Castelli Romani e del Tuscolo – Rocca Priora (RM);

d) Cassa Rurale Vallagarina  – Ala (TN);

e) Banca di Credito Cooperativo di Anagni (FR);

f) La Cassa di Ravenna S.p.A. – Ravenna (RA);

g) Banca di Credito Cooperativo di Capaccio Paestum e Serino  – Capaccio Paestum (SA);

h) Cassa Rurale di Ledro (TN);

i) Banca di Credito Cooperativo di Pianferi e Rocca Dè Baldi – Pianfei (CN);

j) Banca di Credito Cooperativo La Riscossa di Regalbuto (EN);

k) Cassa Rurale Alta Valsugana (TN);

l) Banca di Imola (BO);

m) Banca di Lucca e del Tirreno S.p.A. – Lucca (LU)

Anticipo TFS, è possibile scegliere una banca diversa dall’elenco?

Per chi decide di accedere ad una banca diversa da quelle presenti nell’elenco, non potrà accedere alla misura stabilita dal DPCM 51/2020.

Nulla toglie che, se le condizioni offerte da un’altra banca siano migliori, è possibile comunque fare richiesta dell’anticipo. In questo caso, sarà l’istituto di credito a stabilire la quantificazione del TFS e le condizioni di finanziamento.

Tramite il portale dell’INPS, è possibile chiedere una certificazione ordinaria con quantificazione del TFS per accedere a un finanziamento diverso da quello dell’anticipo TFS predisposto nel Decreto legge n. 4/2019.

Consigliati per te