5 buone ragioni per cui conviene tenere i soldi sul conto corrente piuttosto che sul libretto postale

Prima di aprire un conto corrente sarebbe opportuno capire se sia da preferire il deposito presso un istituto bancario o in posta. Anche chi è già titolare di libretto di risparmio o di conto corrente farebbe meglio a chiedersi quale sarebbe la soluzione più vantaggiosa. La scelta di affidare il proprio denaro ad un istituto bancario o postale dipende in larga misura dalla destinazione d’uso. Non tutti i risparmiatori utilizzano allo stesso modo o hanno bisogno dei servizi e dell’operatività che un istituto di credito mette a disposizione del cliente. Ciò nonostante  vi sono almeno 5 buone ragioni per cui conviene tenere i soldi sul conto correte piuttosto che sul libretto postale.

Chi non si fida degli istituti di credito percorre altre strade e spesso conserva somme di denaro anche considerevoli fra le mura domestiche o altrove. Sarebbe tuttavia consigliabile almeno conoscere “I rischi di tenere i soldi in casa che fanno scattare i controlli dell’Agenzia delle Entrate”. Soprattutto per chi percepisce regolarmente lo stipendio o la pensione, l’apertura di un conto o di un libretto consente una serie di operazioni assai utili. E fra le 5 buone ragioni per cui conviene tenere i soldi sul conto corrente piuttosto che sul libretto postale vi è anzitutto l’operatività. Un conto corrente bancario offre un’ampia gamma di servizi e consente operazioni che invece sono precluse al titolare di libretto postale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

5 buone ragioni per conviene tenere i soldi sul conto corrente piuttosto che sul libretto postale

La seconda ragione per cui ad alcuni risparmiatori conviene preferire il conto corrente riguarda la possibilità di ottenere rendimenti più elevati. Ciò nella misura in cui il cliente opta per un conto deposito in banca che garantisce interessi più alti rispetto al libretto postale. La terza ragione riguarda invece la possibilità di effettuare movimenti attivi e passivi presso qualunque istituto di credito. A differenza del libretto postale che vincola il titolare consentendo prelievi e versamenti tramite ATM e sportelli degli uffici postali. Il quarto motivo per cui converrebbe a molti consumatori aprire un conto bancario riguarda la possibilità di andare in rosso.

Il titolare di conto corrente ha infatti l’opportunità di usare un credito che la banca eventualmente gli accordo in termini di scoperto o di apertura di credito. Infine il conto corrente risulta essere uno strumento insostituibile per il cliente che necessita di carte di debito, di carte di credito e di assegni. Per quel che concerne le spese di gestione è inoltre possibile assicurarsi buoni margini di risparmio se si opra per l’apertura di un conto corrente online. Ne consegue che rispetto ad un libretto postale si avrebbe una maggiore gamma di servizi, una più ampia operatività a costi comunque modesti.

Consigliati per te