Si può incassare un assegno in qualsiasi banca?

Quando si riceve un assegno, in quale istituto di credito è possibile incassarlo? Ci si deve recare presso la propria banca oppure presso la filiale dell’istituto di credito che lo ha emesso? Questi sono alcuni interrogativi che spesso i risparmiatori si pongono relativamente alla gestione di tale specifico strumento di pagamento. Ecco perché nella presente guida il Team di Redazione spiegherà se si può incassare un assegno in qualsiasi banca o meno.

Come funziona l’assegno bancario

Sono molteplici le situazioni in cui si riceve un pagamento in forma di assegno. Potrebbe trattarsi del saldo della busta paga, oppure del compenso che si riceve per una prestazione occasionale o la vendita di un prodotto. L’assegno bancario, oltre ad essere un diffuso e utilizzato metodo di pagamento, presenta anche un ulteriore vantaggio. Esso rientra tra le forme di pagamento tracciabile utile anche ai fini delle detrazioni fiscali come indica l’art. 1, comma 679-680, della Legge n. 160/2019. Ebbene, relativamente alla possibilità di ritirare la somma spettante, si può incassare un assegno in qualsiasi banca?

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

In quale banca andare per incassare l’assegno

Ci sono fondamentalmente due modi in cui è possibile incassare un assegno: farlo presso la propria banca oppure presso l’istituto di credito che lo ha emesso. La prima alternativa, nella generalità dei casi, viene meno quando non si possiede un proprio conto corrente presso un istituto di credito. In tal caso l’unica alternativa disponibile al risparmiatore consiste nel rivolgersi alla banca che lo ha emesso. Quando ci si reca presso l’istituto di credito dell’emittente, si procede anzitutto con la verifica dell’identità prima di eseguire la liquidazione dell’assegno. A tal riguardo, è utile munirsi di un documento di identità valido. In questo caso, l’unica modalità di incasso prevede l’erogazione della somma in contanti. Nel caso in cui si tratti di una somma di un certo rilievo, è possibile che si debba anzitempo prenotare i contanti. Nel caso in cui si possegga un conto corrente, invece, si aprono due strade possibili al fine di incassare quanto spettante. È possibile versare direttamente sul proprio conto la somma presente in assegno, oppure incassarlo in contanti. Attenzione ai tempi di attesa quando si versa un assegno. Affinché l’importo risulti visibile su proprio conto corrente trascorrono alcuni giorni per l’operazione di accredito. La somma risulta immediatamente disponibile se la banca che lo ha emesso e quella ricevente coincidono. Stesso discorso vale per la valuta. Da quanto abbiamo visto, si può incassare un assegno in qualsiasi banca o filiale di quella che lo ha emesso. Oppure, lo si può incassare presso il proprio istituto di credito o filiale dello stesso.

Approfondimento

La causale giusta di un bonifico per evitare gli accertamenti dell’Agenzia delle Entrate

Consigliati per te