Sbloccato il pagamento del TFR o TFS per questa categoria di lavoratori, è ufficiale

L’INPS conferma la liquidazione e la riliquidazione del trattamento di fine rapporto per il personale della Croce Rossa Italiana. Infatti, è finalmente sbloccato il pagamento del TFR o TFS per questa categoria di lavoratori, è ufficiale lo comunica l’INPS nel messaggio n. 2629 del 16 luglio 2021. L’ente previdenziale spiega che dopo il trasferimento dei fondi da parte del Ministero della Salute e del Ministero dell’Economia, sarà possibile procedere con i pagamenti.

Il problema del blocco del TFR o TFS si è creato in seguito alla ricollocazione dei dipendenti della Croce Rossa. In effetti, la ricollocazione è avvenuta senza continuità del rapporto di lavoro. Pertanto, era bloccato il trattamento di fine servizio o fine rapporto per l’intero servizio prestato. Sempre in merito al TFR abbiamo elaborato una guida che chiarisce alcuni aspetti sul tenerlo in azienda o versarlo in un fondo. Inoltre, abbiamo evidenziato anche come risparmiare le tasse aderendo ad un fondo pensione.

Sbloccato il pagamento del TFR o TFS per questa categoria di lavoratori, è ufficiale

L’INPS spiega che i ritardi nel pagamento sono dovuti al passaggio da ESACRI (ente di provenienza) all’INPS.

Inoltre, l’ESACRI era in stato di insolvenza, pertanto, l’INPS non ha potuto procedere con la liquidazione del TFR o TFS maturato.

A fronte di tale problema il Ministero dell’Economia ha emanato tre decreti con oltre 56 milioni di euro. Gli stanziamenti sono suddivisi per gli anni 2018, 2019 e 2020. Poi, il Ministero della Salute ha stanziato altri 12 milioni di euro per gli anni 2021, 2022 e 2023.

Grazie a questi finanziamenti, l’INPS potrà procedere al pagamento della quota maturata presso la Croce Rossa Italiana. Saranno interessati i lavoratori inseriti nella procedura dei debiti allo stato passivo.

Inoltre, con un successivo messaggio l’INPS, comunicherà le modalità e la procedura di liquidazione o riliquidazione della buonuscita (TFS o TFR) a favore del personale della Croce Rossa Italiana.

Finalmente, sembra risolto un problema che per anni ha preoccupato questa categoria di lavoratori.

 

Consigliati per te