Quali sono tutti i modelli F24 per il pagamento delle tasse all’Agenzia delle Entrate e i consigli per non sbagliare

Tra le tasse, i contributi, le imposte e i tributi, per i contribuenti non è sempre facile rispettare tutte le scadenze fiscali. E questo perché spesso, specie di questi tempi, allo scadere dei termini il cittadino non ha in tasca i soldi per pagare le tasse. Con il conseguente rischio di vedersi poi recapitare le cartelle esattoriali. In ogni caso, la quasi totalità delle imposte e dei tributi in Italia si versa con un unico modello di pagamento. Si tratta, nello specifico, del modello F24 anche se non è l’unico per versare le tasse. In quanto, anche in base al tipo di imposta da pagare, può esserci la necessità di andare ad utilizzare un modello specifico. Vediamo allora di fare chiarezza in merito.

Quali sono tutti i modelli F24 per il pagamento delle tasse all’Agenzia delle Entrate e i consigli per non sbagliare

Nel dettaglio, i modelli F24 più utilizzati dai contribuenti sono: quello ordinario e quello semplificato. Esistono, però, anche altri due tipologie di modello F24. Ovverosia, il modello “F24 Accise” che si utilizza solo per il versamento di alcuni tributi w quello “F24 Elementi Identificativi” che è detto pure “F24 Elide”.

In particolare, su quali sono tutti i modelli F24 per il pagamento delle tasse, c’è da dire che per i due modelli ordinario e semplificato l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione il servizio di compilazione e di invio tramite web. Il conseguente vantaggio è quello di evitare gli errori, in quanto la procedura prevede pure il rilevamento di eventuali anomalie in tempo reale.

Per la compilazione e per l’invio del modello F24 ordinario, e del modello F24 semplificato, si utilizza il servizio F24 Web, oppure l’apposito software che è scaricabile e che mette a disposizione l’Agenzia delle Entrate. Ed in ogni caso per l’invio dell’F24 ordinario o del modello semplificato il contribuente deve essere registrato ai servizi telematici del Fisco.

Quando è obbligatorio utilizzare l’uno o l’altro?

Rispetto ai due modelli principali, l’F24 Elide si utilizza quando occorre inserire dei dati per i quali i campi nei modelli F24 ordinario ed F24 semplificato non sono previsti. Mentre il modello F24 Accise è quello da utilizzare per i contributi INPGI, per i contributi ENPAPI e per i contributi Cassa Geometri. Nonché per i tributi e per tutte le altre somme che sono di pertinenza dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM).

Lettura consigliata

Cosa succede alle tasse arretrate non pagate e come evitare il rischio di pignoramenti e fermi amministrativi

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te