Perché il telefono non legge la scheda SIM e cosa fare

La scheda SIM serve a mettere in comunicazione un telefono con le reti degli operatori di telefonia. Non a caso ognuno ne ha una e nel momento in cui cambia dispositivo la sposta.

Può capitare che, però, in alcune occasioni si rivelino delle criticità. Può succedere, ad esempio, che uno smartphone non si colleghi o addirittura che segnali che nessuna SIM è inserita. E allora cosa fare in questi casi?

Perché il telefono non legge la scheda SIM e cosa fare

Qualora appaia un messaggio di SIM non registrata sulla rete e che comunque non funziona, qualche volta può bastare riavviare il dispositivo. Ipotizzando che ciò non basti, si possono fare delle prove per capire quale potrebbe essere il reale problema.

Il primo tentativo da fare potrebbe essere banale. Si dovrebbe provare a verificare in che posizione è la SIM. Potrebbe darsi che, nello spostarla da un telefono all’altro, sia stata inserita nel verso sbagliato. O sia comunque finita fuori posizione per qualche motivo.

Dopo aver provato a riposizionarla con il telefono spento e averlo riacceso, si potrà fare una prima verifica del funzionamento. Qualora non dovesse esserci esito positivo, si potrebbe passare ad altro tipo di azioni.

Quando il telefono dice “Nessuna SIM inserita”

Se il telefono non legge la SIM, si deve continuare ad andare per tentativi. E si possono anche fare in maniera autonoma.

Molti, infatti, posseggono altri telefoni in casa. Ad esempio quello di un familiare.

Avendo cura che questo ospiti una scheda dello stesso formato di quella del proprio dispositivo, lo si potrà utilizzare per testare la SIM che non funziona.

Come capire se la SIM ha problemi

Qualora la SIM continui a non essere letta anche da un altro telefono, è facile immaginare che il sospetto debba ricadere sul malfunzionamento di essa. Qualora, invece, la lettura dovesse avvenire senza problema e il cellulare del test dovesse connettersi alla rete, il sospetto è che possa esserci qualche problema nel proprio telefono.

Se non si fosse in grado di poter fare questa verifica con i mezzi a propria disposizione, ci si può rivolgere al più vicino centro del proprio operatore di telefonia.

Se il telefono ha la SIM inserita, ma non la legge, non bisogna disperare. Ci sono buone probabilità che si possa arrivare alla risoluzione del problema. In molti casi potrebbe essere sufficiente sostituire la scheda per risolvere il problema, con riferimento al solo supporto fisico e mantenendo il proprio numero. Salvo che il problema non dipenda del cellulare e in quel caso la situazione potrebbe farsi più complicata.

Si tratta di criticità che si possono verificare nel quotidiano e che non tutti saprebbero affrontare. C’è chi, ad esempio, potrebbe non essere al corrente di come aggiornare WhatsApp o capire se è già aggiornato in modo semplice. E potrebbero essere gli stessi utenti che potrebbero non sapere perché il telefono non legge la scheda SIM.

Lettura consigliata

 Perché WhatsApp a volte non consegna i messaggi già inviati

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te