Per pulire l’argento annerito e lucidarlo alla perfezione servirebbero 2 cucchiai di questa polverina magica e non è il bicarbonato 

L’argento è uno dei metalli preziosi più diffusi nelle nostre case.

Se rovistassimo all’interno della credenza o di una vetrinetta della sala da pranzo, probabilmente ci imbatteremmo in qualche ciotolina o in un servizio di posate completo.

Per non parlare dei candelabri, dei vassoi, di qualche soprammobile o dei servizi da tè Sheffield. All’appello, poi, non potrebbero mancare i gioielli, tra bracciali, collane e orecchini in argento 925.

Nonostante ciò, tanto grande è la sua diffusione quanto il nostro impegno nel tenerlo pulito.

Infatti, questo metallo col tempo tende a perdere la sua naturale brillantezza e luminosità, diventa opaco e inizia a ossidarsi.

L’unico rimedio per riportarlo alla bellezza originaria è tanto olio di gomito e una pulizia profonda.

Di rimedi della nonna, totalmente naturali, ne esistono un’infinità ma forse quello che scopriremo nell’articolo di oggi è uno dei meno conosciuti.

Nero non di moda

Anche se il nero è uno dei colori più trendy nel mondo fashion, lo stesso non si potrebbe dire per l’argento.

Tuttavia, l’annerimento è un processo praticamente naturale e sarebbe causato dal rame, metallo presente in lega con l’argento per renderlo più solido.

Il rame, a contatto con l’aria, e quindi con l’ossigeno, attiverebbe il processo di ossidazione, rivestendo gioielli e soprammobili di nero e di quel tipico verdino opacizzante.

Anche il sudore, però, giocherebbe un ruolo decisivo, così come il contatto con spray e profumi.

Però, la buona notizia è che si può rimediare.

In questo caso tutto quello che dovremmo fare sarebbe creare un composto con un ingrediente super popolare in dispensa.

Per pulire l’argento annerito e lucidarlo alla perfezione servirebbero 2 cucchiai di questa polverina magica e non è il bicarbonato

Come anticipato dal titolo metteremo da parte il bicarbonato, passando ad un’altra polverina bianca.

Si tratta dell’amido di mais, chiamato anche maizena, utilizzato in cucina come addensante, sostituto dell’uovo, per impanature croccanti e per rendere friabili alcuni dolci.

Questa volta, invece, vestirà i panni di un prodotto per la pulizia e ci aiuterà a far risplendere l’argento.

Infatti, la sua consistenza è leggermente abrasiva e sarebbe l’ideale per eliminare patine opache e nero ostinato.

Occorrente 

  • 2 cucchiai di amido di mais;
  • 2-3 cucchiai di acqua tiepida;
  • uno spazzolino;
  • una spugnetta da cucina nuova, con un lato leggermente abrasivo;
  • un panno pulito per asciugare.

Procedimento

Per pulire l’argento annerito e lucidarlo alla perfezione, innanzitutto dobbiamo creare una crema, miscelando l’amido all’acqua.

Quest’ultima va aggiunta a poco a poco, per evitare di creare grumi o di rendere l’impasto troppo liquido.

Una volta pronta, tutto ciò che dovremmo fare è strofinarla sulla superficie di ogni oggetto, aiutandoci con la spugnetta e lo spazzolino.

Infine, sciacquiamo abbondantemente e asciughiamo.

Approfondimento

Non butteremo più lo yogurt scaduto perché vale una fortuna per far brillare come uno specchio questi 2 oggetti della casa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te