“Pensavo di farmi salire la febbre per non farmi pesare”, l’ex Farfalla e la confessione shock

farfalle atene 2004

“Non ti vergogni”. Bastano solo 200 grammi in più e si è fuori. Il tormento di Ginevra Parrini che pratica ginnastica ritmica da quando ha 5 anni ed entra in Nazionale a soli 14 anni. Un talento e un impegno fuori dal comune per arrivare a risultati e prestazioni eccellenti. Per donare al Tricolore orgoglio e soddisfazione di rilievo mondiale.

Quei dettagli raccapriccianti dell’ex Farfalla della Nazionale Italiana

Ma ieri sera, accanto ad Ilaria D’Amico, Ginevra si racconta. Durante la puntata di Che c’è di Nuovo, la giovanissima che adesso ha 23 anni parla del bello e del brutto della sua carriera. La ginnastica ritmica come maestra di vita: l’importanza della lotta e dell’impegno per raggiungere obiettivi alti; l’ambizione, la tenacia e la determinazione. Il lavoro incessante sulla volontà in barba agli umori e ai sentimenti altalenanti.

Ci sono dei “però”. L’incubo dell’alimentazione per anni tortura la psiche di Ginevra, per giunta negli anni più delicati della sua vita: l’adolescenza. Per mesi e mesi le indicazioni alimentari sono quelle di “un’insalata a pranzo e una mela a cena – racconta su Rai Due – con 9 ore di allenamento quotidiano. In una settimana riuscivo a perdere 10 chili”. Il sabato e la domenica però Ginevra desidera mangiare normalmente e quando lo fa ha il terrore di andare in palestra il lunedì per la prova bilancia. Al punto da cercare degli escamotage per saltare la pesa.

Quei pensieri assurdi che tormentano la ragazza

Così Ginevra le pensa tutte. A Ilaria D’Amico e al pubblico di Che c’è di nuovo confessa: “pensavo di farmi salire la febbre” in modo da potersi assentare con tanto di giustificazione. Ma, di più, i suoi pensieri vanno oltre e arriva anche a immaginare di ingerire qualcosa di tossico per poter correre al Pronto Soccorso. Il motivo? Bastano 200 grammi in più e si è fuori. Tutto il lavoro di anni, i sacrifici, le privazioni di mesi e mesi di allenamento non si possono buttare all’aria per la bilancia. Ma la Parrini ha fame. E questa è una colpa.

“Pensavo di farmi salire la febbre” per evitare la prova bilancia

Vietatissimo farsi seguire da un dietologo o nutrizionista. “Perché il nutrizionista ti fa mangiare, – dice – è una guida per mantenere un peso forma” mangiando tutti quei cibi utili a fornire il giusto nutrimento. Proteine, carboidrati, frutta e verdura: tutto nelle quantità e varietà giuste rispetto al fabbisogno di una giovanissima di 14 anni che, per giunta, si allena nove ore al giorno. Ed è per questo motivo che le ginnaste della Nazionale Italiana non possono recarsi da un nutrizionista. La Parrini per lunghi periodi rimane a digiuno. Spesso vive l’amenorrea e sviene.

In studio, su Rai Due, ieri sera c’è anche Stefano Martino, ballerino, adesso modello e conduttore TV. Racconta che la sua esperienza non è stata così drammatica. Eppure il linguaggio del corpo, colto di sorpresa durante le dichiarazioni dell’ex Farfalla, sembra tradire ciò che dice. Più volte passa le mani su parti del viso. Ci sembra conosca bene ciò di cui parla la ventitreenne. Ma è solo una nostra interpretazione delle sue movenze fisiche. Le sue dichiarazioni non fanno riferimento ad alcuna vessazione per lui.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te