Cos’è l’assertività e come utilizzarla per migliorare la propria vita

Ci sono dei termini e dei costrutti che non tutti conoscono. Essi possono derivare da vari campi. Dalla letteratura, dalla biologia, dall’ingegneria, dalla biologia. La gran parte di questi, tuttavia, deriva dalla psicologia.

Basti pensare al termine “resilienza” che ormai è diventato di dominio pubblico. Purtroppo alcuni di questi perdono la loro accezione originaria. A volte vengono travisati e un po’ banalizzati.

Ce ne sono alcuni, però, che possono essere molto importanti nella vita.

Un termine che deriva dalla psicologia e può giovare a chiunque è quello di assertività. Forse molti ne hanno sentito parlare, ma pochi saprebbero dare una definizione precisa.

Cos’è l’assertività e come utilizzarla per migliorare la propria vita?

Cos’è l’assertività

Tale sostantivo deriva dal latino “asserere” che significa affermare. Tenendo presente l’etimologia, si può facilmente desumere il suo significato in termini psicologici.

È molto vicina al concetto di autoaffermazione, ma ha una sfumatura diversa. Essa si può definire come la capacità di comunicare all’altro le proprie opinioni in modo deciso e risoluto.

Una persona assertiva non ha paura di esprimersi e di dire come la pensa. Non si blocca di fronte al giudizio altrui. Sa di essere degna di stima e non nasconde i propri sentimenti.

È conscia delle emozioni che prova. Non teme di essere giudicata. Sa che le sue parole hanno il valore di quelle di chiunque altro.

La comunicazione è sempre chiara ed efficace. Si riesce ad esprimere un concetto con forza ma senza prevaricare e aggredire l’altro.

Cos’è l’assertività e come utilizzarla per migliorare la propria vita?

Stare in pace con sé stessi

Capendo il significato della parola, si arriva ad una consapevolezza. Essere assertivi è davvero importante nella vita.

La persona assertiva ha successo nella vita. È deciso, affermato e in pace con sé stesso. Rimane, inoltre, sempre rispettoso dell’altro. Non è mai un prevaricatore.

Fortunatamente questa dote non è innata. Si può imparare ad essere assertivi.

Innanzitutto bisogna esercitarsi nel miglioramento personale.

Essere fermi sulle proprie posizioni ascoltando attivamente l’altro è un esercizio importante. Bisogna prendersi le responsabilità delle proprie azioni, pensieri ed emozioni. Non vergognarsi si sé stessi è un presupposto fondamentale. Si consiglia di consolidare il più possibile la propria autostima.

È importante, altresì, pensare prima di parlare. La riflessione aiuta ad essere più decisi e consapevoli.

Bisogna ricordare che l’altro non è ostile. Ci si può confrontare in maniera libera senza alcun timore. Apparire rIsoluti non è per niente sbagliato.

Consigliati per te