Cosa fare in caso di perizia inferiore al valore dell’immobile?

Cosa fare in caso di perizia inferiore al valore dell’immobile? È una delle domande che più spesso si pone chi è in procinto di acquistare casa con un prestito bancario.
Quando si richiede un mutuo, infatti, uno dei rischi che può verificarsi è che l’esito della perizia sia inferiore rispetto al prezzo di acquisto dell’immobile. Si tratta di un rischio abbastanza raro, ma comunque non impossibile.
Una seccatura non da poco che, però, si può risolvere con questi piccoli consigli.

Scegliere l’opzione giusta

Una delle soluzioni da considerare, in merito a cosa fare in caso di perizia inferiore al valore dell’immobile, è di scegliere la formula mutuo + liquidità. Questa formula consente di avere a propria disposizione l’80% del valore dell’immobile e, in aggiunta, anche una parte di liquidità in più.
Di solito questo surplus si può utilizzare per effettuare dei piccoli lavori di ristrutturazione, acquistare l’arredo o soddisfare altre necessità. Nulla vieta, però, di impiegare questa cifra per coprire il “buco” causato da una valutazione inferiore alle aspettative. Ovviamente occorre individuare l’istituto bancario che offra questa possibilità.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Si può modificare il prezzo d’acquisto?

Molti si domandano se sia possibile modificare il prezzo d’acquisto dell’immobile. Il presupposto di partenza è che possa essere errata anche la valutazione fatta dall’agenzia immobiliare e dal venditore.
È bene chiarire subito questo punto: non è possibile modificare l’importo, soprattutto se il compromesso è già firmato. Quello della compravendita è infatti un libero contratto commerciale ed è quindi totalmente slegato dalla valutazione contenuta nella perizia. Una volta firmata la proposta e stipulato il compromesso, non è più possibile tornare indietro senza correre il rischio di pagare penale.

Scegliere un mutuo al 100%

Un’altra soluzione è quella di optare per un mutuo al 100%. In questo modo anche se la perizia è inferiore al valore dell’immobile, quel 20% in più permetterà di coprire la parte mancante. Ovviamente, come già suggerito per la formula mutuo + liquidità, non tutte le banche mettono a disposizione dei clienti questa soluzione. Quindi è indispensabile individuare l’istituto bancario giusto.
C’è però da sottolineare che di solito i mutui al 100% hanno tassi di interesse meno convenienti rispetto alla formula classica all’80%. Inoltre, cosa che non tutti sanno riguardo il mutuo, sono anche più stringenti i criteri di valutazione per la concessione del prestito ipotecario.

Consigliati per te