Con quale reddito ISEE si ottiene l’assegno sociale INPS 2021?

Gli Esperti di Redazione rispondono ai Lettori che chiedono con quale reddito ISEE si ottiene l’assegno sociale INPS 2021. Il nuovo anno è ormai alle porte e molti contribuenti stanno per raggiungere l’età del pensionamento ma non hanno anzianità contributiva. Nell’articolo “Chi non ha mai lavorato ed è senza contributi ha diritto alla pensione?” troverete risposte ad una serie di domande. L’assegno sociale, ex pensione minima, offre un supporto economico ai contribuenti che giungono alla terza età e non dispongono di risorse sufficienti alla sopravvivenza. Il riconoscimento di questa prestazione assistenziale dipende quindi molto dalla soglia di reddito del richiedente e dai requisiti anagrafici.

Per determinare con quale reddito si ottiene l’assegno sociale INPS 2021 occorre anche valutare se il contribuente è coniugato. Ciò non perché in caso di decesso del beneficiario il coniuge superstite potrebbe godere della reversibilità, ma per questioni reddituali. Ricordiamo difatti che il diritto all’assegno sociale decade sia alla morte del percettore sia per trasferimento dello stesso in un Paese estero. L’assegno raggiunge inoltre i cittadini stranieri purché risiedano da almeno 10 anni in Italia secondo quanto statuisce l’articolo n. 20 della Legge 133/2008.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Con quale reddito ISEE si ottiene l’assegno sociale INPS 2021?

Le soglie di reddito previste per l’erogazione dell’assegno sociale 2021 cambiano a seconda dello stato civile. Il limite reddituale per il richiedente che risulta sposato è di 11.995,58 euro, mentre per i non coniugati coincide con 5.9977,79 euro. Questi limiti reddituali si riferiscono all’anno a quest’anno e potrebbe subire lievi modifiche nel 2021, ma al di sotto di essi si ottiene l’assegno. Fra i redditi che rientrano nel calcolo che l’INPS effettua per il riconoscimento della prestazione figurano quelli soggetti ad IRPEF ed esenti da tassazione. A questi si aggiungano i redditi su cui grava l’imposta sostitutiva come titoli di Stato, interessi, BOT, ma anche redditi di terreni. Inoltre pesano nella determinazione della fascia reddituale di appartenenza le pensioni di invalidità e di guerra, gli assegni alimentari e le rendite INAIL.

Consigliati per te