Come ottenere il rimborso dall’Agenzia delle Entrate in base al 730?

Non sempre è il Fisco a vantare crediti nei nostri confronti ma può accadere anche il contrario. Ed è proprio ciò che ricorre quando, nella compilazione dei redditi annuale, riscontriamo di avere un credito da riscuotere. In particolare, quando ci si rivolge al commercialista o ad altro intermediario, per la presentazione del modello 730, questo procederà al calcolo dell’imposta dovuta e delle somme già versate all’Erario. Il tutto, considerando anche le spese da portare in detrazione. In tal modo, sarà possibile accertare se il contribuente ha debiti o credito verso il Fisco.

In quest’ultimo caso, ci si chiede: “come ottenere il rimborso dall’Agenzia delle Entrate in base al 730?”. A proposito, occorre sapere che le modalità di conseguimento del rimborso dipendono dalla presenza o meno di un sostituto d’imposta tra il lavoratore e l’Erario. Lo stesso, infatti, anticiperà la somma al primo, per poi recuperarla presso il secondo.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Come si ottiene il rimborso 730

Ebbene, per rispondere alla domanda: “come ottenere il rimborso dall’Agenzia delle Entrate in base al 730?”, scendiamo più nei dettagli dell’argomento in questione. Si è chiarito che il rimborso 730 è una somma di denaro che il lavoratore ha diritto di ricevere dal Fisco, in quanto versata in eccesso durante l’anno. Di solito, esso non deriva da errori del sostituto di imposta ma è il frutto di eccedenze risultanti della presentazione dei giustificativi relativi alle spese detraibili. Come anticipato, dunque, le modalità per ottenere il rimborso dipendono dalla presenza o meno del sostituto d’imposta. Nel primo caso, il contribuente può tenere il rimborso, direttamente, dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico in busta paga o nella pensione.

Se, però, nonostante sussista un sostituto di imposta, il rimborso non viene erogato, il contribuente potrà inoltrare la relativa richiesta all’Agenzia delle Entrate. In tal caso, è necessario allegare all’istanza una certificazione in cui il datore di lavoro o l’ente pensionistico dichiarano di non aver disposto il rimborso. Nell’ipotesi, invece, in cui non sussista un sostituto di imposta, perché il soggetto non ha un’occupazione oppure è un lavoratore autonomo, il rimborso verrà chiesto direttamente all’Agenzia delle Entrate che vi provvederà tramite bonifico.

 

Consigliati per te