Chi dorme ancora col peluche fa bene e non deve vergognarsi, ecco perché

Quasi tutti noi da piccoli avevamo un peluche che ci teneva compagnia di notte. Se alcuni hanno poi abbandonato questi morbidi giocattoli crescendo, altri non sono riusciti a dir loro addio.

Dormire con un peluche da adulti è tuttavia visto come un tabù. Chi lo fa ha paura di essere considerato immaturo e infantile. Le prese in giro sono però infondate. Chi dorme ancora con i peluche fa bene e non deve vergognarsi, ecco perché.

Oggetti transizionali

I peluche, ma anche copertine e cuscini, sono considerati in psicologia oggetti transizionali. Sono, infatti, usati dai bambini per alleviare lo stress. Quando il bambino viene separato dalla figura di accudimento può sentirsi solo e spaventato. I peluche agiscono come calmante, rassicurando il piccolo. Secondo uno studio condotto da Passman dell’Università del Wisconsin gli oggetti transizionali aiutano i bambini in molti ambiti.

Li rendono più sicuri di sé, più adattabili e più in grado di affrontare nuove esperienze. Il peluche, grazie anche alla sua forma e alla sua morbidezza, aiuta i bambini a sentirsi rassicurati anche da soli. Durante la crescita molti bambini e adolescenti abbandonano i peluche, ma non tutti.

Dormire ancora col peluche è ok

Nella nostra società chi ha ancora un peluche da adulto viene mal visto. La realtà è che chi dorme ancora col peluche fa bene e non deve vergognarsi, ecco perché.

Un simile comportamento non è un fatto per niente raro. Secondo un sondaggio, condotto nel Regno Unito, ben il 35% degli intervistati dormiva con un peluche. La rarità percepita sta nel fatto che pochi ne parlano e ammettono di avere questa abitudine.

Gli adulti che continuano a usare peluche e orsacchiotti lo fanno per diversi motivi. Da un lato c’è l’elemento della memoria e della nostalgia. Ma i benefici sembrano anche essere pratici. Secondo uno studio condotto dalla University of California chi dorme con un peluche tende a russare meno.

Stringere un peluche, inoltre, può donare un senso di sicurezza e allontanare la solitudine. Come evidenziato da molti studiosi, le case di risposo sono piene di peluche e orsacchiotti. Gli anziani si rifugiano nella compagnia e nel conforto di questi compagni inanimati per sentirsi meno soli.

Secondo una professoressa dell’University of Pennsylvania gli oggetti transizionali in età adulta possono aiutare persino a sentirsi più sicuri.

Sono anche utili a trovare conforto durante quando si vivono periodi stressanti e particolarmente instabili.

Consigliati per te