Bonus da 600 euro per i lavoratori stagionali

Bonus da 600 euro per i lavoratori stagionali

I lavoratori stagionali erano rimasti esclusi dalla politica dei benefici ma il Ministro del Lavoro ha rimediato all’errore. Verrà, infatti, introdotto un decreto ad hoc per riconoscere l’indennità anche a dette categorie, con contratti di lavoro a termine. Queste categorie di lavoratori, essendo stati assunti con contratti a termine, erano stati esclusi dagli interventi di sostegno al reddito. Infatti, non erano stati contemplati nel bonus di 600 euro previsto dai decreti Cura Italia e Rilancio per i mesi di marzo, aprile e maggio. Quindi, lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, otterranno anch’essi un sussidio per l’emergenza sanitaria. Detta decisione è stata assunta dal Ministro in seguito al confronto tenutosi in occasione degli Stati Generali dell’economia.

Bonus da 600 euro per i lavoratori stagionali

Molto probabilmente, ci sarà un Decreto ad hoc, per risolvere il problema dei lavoratori stagionali. L’obiettivo è quello di attribuire il diritto al bonus di 600 euro anche a quei lavoratori che, in conseguenza dell’emergenza da Covid-19, potrebbero avere difficoltà a trovare un lavoro nella prossima stagione estiva. Infatti, ciò sarà molto probabile considerata la grossa crisi cui andrà incontro questo settore.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Anche Federturismo e Confindustria commentano favorevolmente l’iniziativa. Infatti, sembrava necessario che qualcuno intervenisse per correggere la stortura
che vedeva esclusi i lavoratori stagionali del turismo dal riconoscimento del bonus di 600 euro. Questi lavoratori, infatti, essendo stati assunti con contratti a tempo determinato, seppur lavorando come stagionali, avevano subito la discriminazione di non rientrare tra gli aventi diritto agli strumenti di sostegno al reddito. A parte ciò, in prospettiva, si attende con fiducia l’introduzione di una riforma degli ammortizzatori sociali che risponda alle reali esigenze delle imprese e dei lavoratori. Molte delle risposte alle domande sono giunte al Ministro del Lavoro dal tavolo di incontro con le parti interessate, tenutosi nei giorni scorsi (gli Stati Generali, appunto).

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.