Bonus 150 euro per disoccupati e redditi bassi: quali requisiti e come ottenerlo

Con il decreto Aiuti Ter è stato introdotto un Bonus anche per i disoccupati. Si tratta di un’indennità una tantum percepibile allo stesso modo del Bonus 200 euro. Tuttavia, i requisiti sono differenti. Ad esempio, per conseguire il Bonus da 150 euro occorre avere un reddito annuo inferiore ai 20.000 euro. Invece, come sappiamo per il Bonus 200 il limite è rappresentato da uno stipendio di 35.000 euro l’anno.

Nel caso del Bonus in discorso, inoltre, destinatari sono anche i disoccupati ma non tutti. Interessati all’incentivo, infatti, sono solo coloro che già percepiscono l’indennità di disoccupazione. Vediamo, più nello specifico, quali sono i requisiti richiesti per avvalersi del Bonus. I beneficiari sono i titolari della Naspi e Dis-coll. Inoltre, vi rientrano anche coloro che stanno percependo, nel 2022, l’indennità di disoccupazione agricola. A queste ultime categorie il Bonus spetta indipendentemente dal reddito percepito.

Come si ottiene il Bonus 150 euro

disoccupati che, nel mese di novembre, risultano titolari di Naspi o Dis-Coll non devono presentare alcuna domanda. Ciò significa che essi otterranno il Bonus direttamente in busta paga. L’indennità, tuttavia, sarà corrisposta dopo gli invii delle denunce di lavoro. Il tutto, per accertarsi che le predette categorie non l’abbiano già percepita ad altro titolo. Si pensi, ad esempio, ai titolari di pensione oppure a chi abbia un contratto di lavoro in corso. Si ricordi, al riguardo, infatti che lavorare come dipendente non fa perdere automaticamente lo stato di disoccupazione. Per quanto attiene alla data, è probabile, che il Bonus 150 euro per disoccupati e redditi bassi, verrà pagato nel 2023. È, infatti, quanto accaduto per il Bonus 200 euro, che verrà pagato ad ottobre. Siamo, cioè, a circa 5 mesi di ritardo rispetto alle originarie previsioni.

Bonus 150 euro per disoccupati e redditi bassi: quali requisiti e come ottenerlo

A parte le categorie indicate, chi percepirà il Bonus 150 da euro? Ad esempio, chi non ha diritto alla Naspi e neppure alla Dis-Coll, vi può rientrare? I percettori del reddito di cittadinanza, ad esempio, possono ottenerlo, se nel nucleo familiare ci sono disoccupati. Inoltre, nel nucleo familiare non ci devono essere componenti che ne abbiano beneficiato. Altra categorie sono i lavoratori stagionali, che nel 2021 abbiano svolto la prestazione lavorativa per almeno 50 giornate. In questo caso, deve ricorrere il requisito del reddito non superiore a 20.000 euro per poter presentare domanda all’INPS.

Lettura consigliata

Anche i beneficiari del reddito di cittadinanza potranno avere 200 euro in più seguendo condizioni e modalità stabilite dal Decreto Aiuti

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te