Anche la dieta degli atleti prevede questi dolci perché fanno bene

Carico di grassi e zuccheri complessi, il dessert non è certo il primo pensiero che ci viene in mente quando pensiamo a una dieta sana. Di contro, rinunciare a un buon dolce può essere davvero complicato. Non solo per noi, ma anche per i grandi atleti, sempre costretti a stare a stecchetto.

Eppure, ci sono delizie che accontentano anche i rigidi parametri degli sportivi. Anche la dieta degli atleti prevede questi dolci perché fanno bene, se preparati in un certo modo e con i giusti ingredienti. Gli stessi dolci possono rientrare tranquillamente nella dieta di tutti noi, anche quando abbiamo qualche chilo di troppo da smaltire. Uno sgarro che possiamo concederci. Vediamo alcuni suggerimenti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Anche la dieta degli atleti prevede questi dolci perché fanno bene

Iniziamo dalla cheesecake proteica. Questa alternativa salutare alla classica cheesecake si può facilmente preparare seguendo pochi accorgimenti. Basta usare dello yogurt greco come formaggio e aggiungere alla ricetta tradizionale delle proteine in polvere (magari al gusto di cioccolato). Poi possiamo guarnirla con frutti di bosco o frutta secca.

Lo yogurt greco rimane di per sé un ottimo dessert. Buonissimo con semi di chia, banana, noci e miele, è una fonte inesauribile di proteine e carboidrati buoni.

Anche i golosissimi muffin possono essere un dessert sano, se preparati con il giusto apporto proteico. Possiamo aggiungere della frutta secca o delle proteine in polvere nell’impasto e magari prepararli usando il grano saraceno.

Un’idea tanto bizzarra quanto gustosa

Può sembrare un’idea davvero strana, ma è possibile preparare degli ottimi brownies senza usare né farina né zucchero. Al loro posto mettiamo ceci e fagioli. Proprio così, tritare questi legumi e usarli per l’impasto è una soluzione stravagante ma gustosa, per abbattere i carboidrati e aumentare le proteine.

Il nutrizionista Jonny Bowden, nel suo libro The 150 Healthiest Meals on Earth, consiglia proprio questa ricetta alternativa dei brownies.

Alla base di legumi, Bowden aggiunge uova, cacao, datteri, olio di noce di macadamia e miele. Una proposta bizzarra, ma che vale la pena assaggiare. Se non altro per provare l’ebrezza di abbuffarci di dolce senza il minimo rimorso per la nostra linea.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te