A quanto ammontano le pensioni INPS 2021 con meno di 40 anni di contributi?

Chi ormai si avvicina alla fine della carriera lavorativa si chiede a quanto ammontano le pensioni INPS 2021 con meno di 40 anni di contributi. Se l’anzianità di servizio non è particolarmente lunga si temono penalizzazioni sull’importo dell’assegno mensile. Al contrario, una lunga storia contributiva fa sentire al sicuro chi accede al trattamento previdenziale sotto un profilo economico. Andare in pensione con pochi contributi presenta vantaggi per chi intende lasciare l’impiego, ma potrebbe determinare tagli sul rateo mensile. In un precedente articolo abbiamo analizzato per esempio “Quanto si perde di pensione con Quota 100?”. Ciò perché, soprattutto se si ha possibilità di optare per il prepensionamento, conviene valutare per tempo le condizioni e i requisiti di accesso.

Sapere a quanto ammontano le pensioni INPS 2021 con meno di 40 anni contributi consente di operare una scelta più consapevole. Talvolta tuttavia il lavoratore si trova a dover interrompere la carriera per svariate ragioni. Potrebbe ad esempio essere un contribuente con disabilità, o un lavoratore con carriera discontinua, un addetto alla cura di un familiare invalido o un lavoratore gravoso. Anche per il 2021 il Governo ha previsto l’opportunità di richiedere l’indennità di accompagnamento alla pensione che tutti ormai conosciamo come Ape sociale. Si tratta di una misura a sostegno di alcune categorie di lavoratori che posseggono un montante di contribuzione di almeno 30 anni. Nel caso di professioni gravose il requisito contributivo sale a 36 anni, ma il requisito anagrafico coincide con il raggiungimento di 63 anni.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

A quanto ammontano le pensioni INPS 2021 con meno di 40 anni di contributi?

L’importo dell’indennizzo previsto dall’Ape sociale cambia in relazione al rateo pensionistico che il richiedente percepirebbe una volta in pensione. Per cui se l’assegno previdenziale spettante al contribuente dovesse attestarsi al di sotto dei 1.500 euro, gli verrà corrisposta la somma di 1.500 euro. Per le condizioni di accesso e i trattamenti economici spettanti rimandiamo il Lettore alla consultazione del Decreto legislativo 232/2016. In esso sono presenti indicazioni per l’indennità di accompagnamento alla pensione per i lavoratori in possesso di 30 o 36 anni di contributi.

Consigliati per te