3 semplici e geniali idee per riciclare i vecchi jeans e usarli per casa, giardino ma non solo

jeans

Il mondo dell’uso e getta, talvolta, impone delle riflessioni. Soprattutto in questi ultimi anni in cui la parola riciclare è salita prepotentemente alla ribalta. Un po’ paradossale, se vogliamo, visto che molti oggetti sono costruiti ormai con una data di scadenza. Pensiamo agli elettrodomestici, ai cellulari, alle macchine stesse. La loro resistenza al tempo è scesa proporzionalmente all’aumento del loro costo. Il tutto per favorire la società dei consumi.

Lo stesso discorso si potrebbe fare per i materiali con cui vengono fabbricati vestiti, tovaglie e lenzuola. Insomma, si è iniziato a parlare di riciclo proprio quando molti oggetti hanno cominciato ad avere un ciclo di vita più corto.

Metterlo in pratica non è sempre facile, soprattutto se non si ha grande confidenza con la manualità. Oggi andremo a scoprire tre semplici idee per riutilizzare il tessuto dei vecchi jeans.

Perché si chiamano così

È interessante sapere, prima di vedere come operare per riciclarli, per quale motivo i jeans si chiamano in questo modo. Molti pensano, erroneamente, che sia un termine derivato dagli Stati Uniti, la patria di questo capo. Invece, non è così. Il termine iniziò a diffondersi a Genova, intorno al 1500 per indicare il materiale delle vele delle navi. Un tessuto resistente di colore blu. I francesi lo chiamavano “Blue de Genes”, per distinguerlo da altre tonalità dello stesso colore.

Quando iniziarono le prime grandi migrazioni verso gli Stati Uniti, ecco che questo resistente materiale cominciò a essere utilizzato per cucire le tute dei lavoratori in miniera. Nel 1873, poi, Levi Strauss, disegnò il primo jeans e da quel momento nacque la leggenda.

3 semplici e geniali idee per riciclare e dare nuova vita ai jeans vecchi e usurati

Con ago, filo, una macchina da cucire, e un po’ di fantasia si possono realizzare oggetti davvero carini in pochi minuti. A cominciare dalle più classiche borse, da fabbricare usando la parte alta del jeans, sfruttandone le tasche.

Potremmo usare questa parte per produrre un grembiule da giardino. Quindi, tagliamo il jeans, conservandone due parti. Quella posteriore con le tasche e quella della vita con i passanti e il bottone di chiusura. In questo modo, all’interno, possiamo mettere forbici, cesoie e altri strumenti utili per fare giardinaggio. Non solo in primavera ed estate, ma anche in autunno, perché possiamo dedicarci al nostro orto anche a novembre.

Un altro riciclo possibile per i jeans è quello di trasformare alcune sue parti per ricoprire cuscini e lampade. Tagliarne dei pezzi piccoli, magari con sfumature di colore diversi, alternando parte esterna e parte interna, cucendole insieme per creare la custodia dei cuscini o per ricoprire i cappelli delle abat-jour.

Infine, se non bastassero 3 semplici e geniali idee per riciclare i vecchi jeans, ecco un ultimo suggerimento. Quello di creare un guanto da forno. Si può disegnarne i contorni all’altezza delle due gambe, inserire dell’ovatta e sigillare il tutto con della colla a caldo. In pochi minuti, avremo un oggetto ottimo da utilizzare in cucina, per evitare scottature quando ci dedichiamo alla preparazione di qualche prelibata pietanza autunnale.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te