3 idee per piegare i tovaglioli in modo elegante e semplice per ogni occasione

Apparecchiare la tavola può diventare una vera e propria arte per mettere in mostra la propria creatività. Per le occasioni importanti o semplicemente in un pranzo o una cena tra amici, possiamo stupire con un allestimento ad effetto.

Parte importante della mise en place sono i tovaglioli, che possono accogliere gli ospiti con raffinatezza. In poco tempo e con la giusta dose di fantasia, possono rendere tutto più unico e bello.

Dunque, scopriamo 3 idee per piegare i tovaglioli in modo elegante e trasformare la tavola in un’opera d’arte.

Cosa dice il galateo

Il bon ton gioca per alcuni un ruolo importante nel seguire le giuste regole. Il galateo, quell’insieme di norme comportamentali che definiscono la buona educazione, suggerirebbe un’apparecchiatura semplice. I tovaglioli andrebbero piegati a triangolo o rettangolo, per facilitarne l’uso ai convitati.

Nonostante qualche dibattito sulla posizione, metterli a destra o sinistra non farebbe poi tanta differenza. Questo perché, in ogni caso, si seguirebbe una disposizione all’inglese o alla francese. Nel primo esempio, i tovaglioli si sistemeranno dal lato mancino. Dall’altra parte, invece, metteremo coltello, cucchiaio e più in alto i bicchieri.

Secondo la mise en place transalpina, invece, il lato da rispettare per il nostro tovagliolo è quello destro. Le posate andranno disposte all’ingiù, mentre i bicchieri formeranno una fila ordinata sul piatto.

3 idee per piegare i tovaglioli in modo elegante e semplice per ogni occasione

Le regole del galateo sono chiare, ma limitano il nostro estro creativo. Se volessimo dare lustro alla tavola e fare una presentazione super, potremmo mettere in pratica alcuni metodi geniali.

Il primo sistema per piegare i tovaglioli di stoffa e carta è semplicissimo. Si inizia eseguendo una piega a metà. Pieghiamo di nuovo il nostro rettangolo prima dal lato sinistro, poi da quello destro. Ripetiamo ancora una volta questa operazione, infine alziamo il tovagliolo nel centro, a formare una specie di onda.

Il secondo metodo si basa su una disposizione a giglio. Pieghiamo il tovagliolo in diagonale, poi abbassiamo i due angoli. Riportiamo in alto entrambe le punte e sistemiamo il vertice in basso nel mezzo della diagonale. Proseguiamo piegando per due volte la parte inferiore, oltrepassando la base del triangolo. Terminiamo il lavoro piegando all’indietro i due angoli, infilandoli uno nell’altro.

L’ultima idea prevede un metodo a ventaglio. Si parte piegando a metà la stoffa. Si prosegue effettuando più pieghe a fisarmonica dal lato corto, lasciando un lembo di circa 10 cm alla fine. Fatto questo si piega ancora in due il tovagliolo. Per finire si piega il vertice della parte lunga, infilandolo bene nella taschina delle pieghe. Non ci resta che appoggiare il tovagliolo nel piatto e aprirlo dolcemente a ventaglio.

Lettura consigliata

3 idee per confezionare bomboniere e confetti per matrimoni, cresime e battesimi

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te