1 modo veloce per pulire le tapparelle di plastica, alluminio o elettriche

Una delle pulizie casalinghe che generalmente richiede un po’ di tempo e pazienza è quella che interessa la zona delle finestre.

Infatti, partendo dall’interno, ci imbattiamo prima negli infissi, spesso in legno da lucidare, e poi nei vetri da lasciare senza aloni.

Subito dopo, solitamente, incontriamo la zanzariera che, accumulando molta polvere, necessita di una detersione accurata con uno sgrassatore che sciolga lo sporco facilmente.

Passando all’esterno, invece, possiamo imbatterci nelle persiane o, più facilmente, nelle tapparelle.

Quest’ultime, elettriche nelle versioni più moderne e in diversi materiali come plastica/PVC o alluminio, hanno il compito di impedire l’ingresso dei raggi solari in casa.

Però, proprio per via della loro posizione esterna si sporcano molto facilmente, immagazzinando sporcizia anche tra le tipiche fessure.

Tenerle pulite, allora, diventerebbe fondamentale e nell’articolo di oggi scopriremo come farlo, velocemente, senza troppa fatica e, per di più, senza bisogno di munirsi di attrezzi specifici a vapore.

1 modo veloce per pulire le tapparelle di plastica, alluminio o elettriche

Anche senza usare pulitori a vapore, attrezzi generalmente consigliati per la pulizia delle tapparelle, potremmo ottenere ottimi risultati con qualche sostanza naturale, i giusti strumenti e un po’ di olio di gomito.

Con questo metodo fai da te, poi, andremo a pulire non solo le bacchette ma anche le fessure.

Inoltre, potremmo metterlo in pratica sia nel caso di tapparelle di plastica/PVC, sia nel caso di tapparelle in alluminio che elettriche.

Partendo dal prodotto, quello consigliato sarebbe il sapone di Marsiglia, ormai famoso nell’ambito delle pulizie ecologiche come alternativa ai classici detersivi.

Il suo compito sarebbe sgrassare a fondo ma in maniera delicata, senza aggredire o rovinare i materiali.

Per quanto riguarda gli strumenti, invece, avremmo bisogno di un panno elettrostatico e di una spazzola dalle setole lunghe e non troppo dure.

Primo passaggio: togliere la polvere superficiale

Per pulire le tapparelle correttamente il primo passaggio da seguire sarebbe la classica spolverata.

In questo modo andremo a togliere la polvere superficiale per evitare che rimanga incrostata sulla superficie entrando in contatto con l’acqua.

Per farlo dovremmo utilizzare un panno o un piumino elettrostatico da passare delicatamente sia internamente che esternamente.

Secondo e ultimo passaggio: la pulizia vera e propria

Completata quest’operazione passiamo alla pulizia vera e propria.

Innanzitutto, dovremmo creare il nostro detersivo miscelando in uno spruzzino:

  • 300 ml di acqua tiepida;
  • 2 cucchiai di sapone di Marsiglia, liquido o in scaglie.

Poi, dall’interno, dovremmo irrorare la tapparella, procedendo una parte alla volta e partendo dall’alto.

A questo punto dovremmo passare la spazzola con movimenti orizzontali, cercando di far infilare le setole tra le fessure.

Quest’operazione potremmo ripeterla anche dall’esterno qualora fosse possibile e agevole.

Infine, dovremmo passare un panno bagnato e pulito per eliminare ogni traccia di sporco e asciugare con un panno asciutto.

Allora, ecco qui 1 modo veloce per pulire le tapparelle delle finestre, fessure incluse.

Lettura consigliata

3 rimedi naturali per pulire il cestello della lavatrice che puzza

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te